SACRO SETTENARIO da farsi in suffragio dei sette stati delle Anime sante dei Purgatorio. Efficacissimo mezzo di ot-tenere da Dio a loro intercessione ogni grazia.

PREGHIERA.

Dio mio, considerando le ardentissime fiamme tra le quali stanno penando tante Anime elette vostre figlie, vengo ad implo-rare dalla vostra misericordia suffragi per esse, in virtù dei meriti del vostro divin Figliuolo, la cui vita, Passione e morte voglio qui interporre presso Voi a pro di quelle Anime.

E voi, glorioso san Nicola da Tolentino, che faste di quelle Anime tanto largo sov-venitore in terra, deh! siatemi ora dal Cielo avvocato ed intercessore presso Dio; avvalorate voi queste mie deboli preci e suffragi, per ottenere dalla divina clemenza la liberazione e il sollievo di quelle Anime dalle quali tanto mi riprometto.

1. Signor mio Gesù Cristo, per quella ca-rità che vi condusse nel mondo ad incar-narvi nel seno di una Vergine per amore delle Anime, io vi prego a volere ora soc-correre lo stato di quelle, che da più lungo tempo stanno penando fra le pene del Pur-gatorio, e fra esse specialmente vi prego a soccorrere la più antica. Pater, Ave, Requiem.

2. Signor mio Gesù Cristo, per quella ca-rità che vi condusse a nascere in una stalla per amore delle Anime, vi prego a volere ora soccorrere lo stato di quelle, che stanno da più tempo ad ardere fra quelle fiamme, e specialmente dell'ultima che vi è entrata ed è come novizia fra le altre. Pater, Ave, Requiem.

3. Signor mio Gesù Cristo, per quella ca-rità che vi condusse a vivere fra tanti stenti nel mondo per amore delle Anime, vi prego a volere ora soccorrere lo stato di quelle che sono più abbandonate, e specialmente di quella che è più di tutte bisognosa. Pater, Ave, Requiem.

4. Signor mio Gesù Cristo, per quella carità che vi condusse a predicare con tanti segni e miracoli la vera fede nel mondo per amore delle Anime, io vi prego a soccorrere lo stato di quelle che sono state dalla vo-stra giustizia condannate a più gravi pene e per più lungo tempo nel Purgatorio, spe-cialmente di quella che ora sta penando maggiormente sotto il vostro pesante fla-gello. Pater, Ave, Requiem

5. Signor mio Gesù Cristo, per quella ca-rità che vi condusse a farvi tanto maltrat-tare, vituperare e condannare per amore delle Anime, io vi prego a voler soccor-rere lo stato di quelle che sono le più vi-cine ad uscire dal Purgatorio, e special-mente di quella che potesse liberarsi questo suffragio. Pater, Ave, Requiem.

6. Signor mio Gesù Cristo, per quella ca-rità che vi condusse a farvi flagellare e coronare di spine per amore delle Anime, io vi prego a voler soccorrere lo stato di quelle che sono più sante e destinate a maggior gloria, specialmente di quella che è a Voi più cara. Pater, Ave, Requiem.

7. Signor. Mio Gesù Cristo, per quella ca-rità che vi condusse a morire sopra una croce per amore delle Anime, io vi prego a voler soccorrere lo stato di quelle alle quali io sono più tenuto, specialmente di quella per la quale mi sono più inclinata e la quale Voi conoscete. Pater, Ave, Requiem.

AVVERTIMENTO.

Si avverte qui il devoto lettore che a questa prece si sogliono unire, quando si possa, sette successive Messe, che si fanno celebrare per sette giorni per i sette stati distinti delle Anime sante del Purgatorio, ad imitazione di quello che fece san Nicola da Tolentino, il quale, celebrate sette Messe a loro suffragio, ne li-berò una moltitudine grandissima.

Non potendo farle celebrare, almeno almeno si ascolti la santa Messa per sette giorni.

(Tratto da: "Filotea per i defunti";  IMPRIMATUR: In Curia Archiep., Mediolani, die 18 octobris 1901. S. A. M. MANTEGAZZA, Ep. Famag., Vie. gen.