PREGHIERE PER LE VOCAZIONI SACERDOTALI

Il problema delle Vocazioni

Diventa sempre più urgente nella Chiesa.

Il Clero va invecchiando ed i pochi giovani con i Seminari abbastanza vuoti non aumentano le speranze.

Anche i Conventi e le Case Religiose, maschili e femminili, si trovano nelle medesime situazioni.

C'è qualche sintomo di ripresa, ma a carattere locale ed episodico.

 

Inviti autorevoli

Il Papa Giovanni Paolo II da tempo insiste per una rinnovata Pastorale Vocazionale che coinvolga tutta la comunità Cristiana. Per il suo volere è stato celebrato a Roma dai 5 al 10 maggio 1997 un Congresso. "Nuove Vocazioni per una nuova Europa"

ed è stato pubblicato il Documento finale sulle Vocazioni al Sacerdozio e alla vita consacrata.

Vi si afferma che la "Pastorale Vocazionale" costituisce il ministero più difficile e più delicato, con l'invito alla Preghiera assidua e fervorosa perchè rifioriscano le Vocazioni.

Il Vescovo di Cefalù: "Un grido di S.O.S.: pregate per le Vocazioni" Mons. Rosario Mazzola, in data 9 giugno 1995, ha rivolto alla Diocesi di Cefalù un pressante e sofferto appello per il Seminario che rischia di essere chiuso, per mancanza di un numero sufficiente di alunni, invitando tutti ad una "Crociata di preghiera".

"Carissimi fratelli nel Sacerdozio, vi scrivo la presente per manifestarvi nella maniera più semplice e nello stesso tempo forte una mia pena tra le più pesanti.

Non possiamo rassegnarci né io né voi!

Il Signore non lo vuole, ma mette alla prova la nostra fede.

Senza arrenderci, senza perderci d'animo, mobilitiamoci tutti, preti e laici, religiosi e religiose, adulti e bambini, e facciamo pressioni sul Cuore di Dio: "Pregate il Padrone delle messe, perché mandi operai nella sua vigna!" così ci ordinava Gesù.

Ascoltiamo il suo comando, mettiamo in opera questa condizione e il Padre certamente ci esaudirà. Non permetterà questa nuova afflizione al nostro cuore di pastori.

Incoraggiate i giovani, invitateli con fiducia a questa crociata di preghiera. Saranno più pronti di quanto non pensiate. Scuotete dal tepore e dall'indifferenza i nostri cristiani, richiamateli al senso di responsabilità davanti a questa situazione, che si fa sempre più grave.

Se non pregano e noi con loro, non potranno avere sacerdoti, i ministri della parola di Dio e del suo perdono; non potranno avere coloro che si consacrano al servizio del popolo e della gioventù in particolare.

Fratelli carissimi, vi rivolgo pressante l'invito a pregare con le vostre Comunità, come un Grido di S.O.S..

Certo della vostra adesione pronta, sono fiducioso che il Signore Gesù esaudirà la nostra preghiera e conforterà il nostro cuore di pastori"

 

IL MOVIMENTO EUCARISTICO MARIANO

ha dato la propria adesione alla "Crociata di Preghiera per le Vocazioni", avviata dal Vescovo Mons. Rosario Mazzola, invitando i propri aderenti ad una forte e costante preghiera per ottenere una vera fioritura di Vocazioni, particolarmente con l'impegno di una "Veglia Notturna", in casa, in un giovedì del mese, e ad un'ora di propria scelta.

Finora si sono avute circa 300 adesioni, da parte di Sacerdoti, Religiose e di fedeli laici, da 19 Parrocchie. In questa visuale, il M.E.M. ha ritenuto opportuno ripresentare il Libretto, pubblicato nel 1967, dalle Edizioni "L'Attesa" di Pistoia dal titolo:

"O GESU', DONACI SACERDOTI SANTI".

Il Libretto che viene ripubblicato, insiste sulle Vocazioni al Sacerdozio, perchè si ritiene che la rifioritura delle Vocazioni Religiose maschili e femminili, è legata al ministero di Sacerdoti santi.

 

LA FEDE NELL'EUCARISTIA

Una speranza per la rifioritura delle Vocazioni. "L'accostamento dei bimbi a Gesù nell'Eucaristia. Le vocazioni nascono così!

La vocazione sacerdotale è sempre una vocazione Eucaristica.

Anche una vocazione religiosa è una vocazione Eucaristica, una vocazione ad un anelito più intenso, ad una vita di adorazione, d'intimità con Dio.

Il punto privilegiato rimane sempre Dio, l'Eucaristia: non possiamo cercare le vocazioni con cartoni animati, con le filmine ed i depliants: ci vorranno anche queste cose, forse: ma il fuoco lo si accende con un altro fuoco.

Insomma l'elenco potrebbe continuare: ma più che fermarsi alle varie forme, occorre essere ben convinti del principio che sta alla base di esse tutte.

Non v'é apostolato più efficace, che mettere le anime a contatto diretto con l'autore stesso della grazia, Gesù, vivente, irradiante nell'Eucaristia.

Chi può valutare la risposta di Dio ad un atto di amore, di adorazione, di lode, di desiderio, di riparazione, così direttamente indirizzato al suo Cuore?

Prendete un'anima: schiaffatela davanti al Tabernacolo! Lasciate fare: qualcosa capiterà! Perchè se quell'anima ha un minimo di spontaneità, di volontà, di coscienza, davanti a Cristo non può non ricevere una risposta di amore!". Fra Umile di Maria FM.R

 

PREGHIERA ALLA TRINITA' SANTISSIMA fonte e destino di ogni vocazione

Dio Padre, sorgente dell'amore, che da tutta l'eternità chiami alla vita e la doni in abbondanza, volgi il tuo sguardo su questa terra d'Europa.

Chiamala ancora, come l'hai chiamata un tempo; ma fa soprattutto che sia consapevole della Tua chiamata, delle sue radici cristiane, della respon-sabilità che ne deriva. Rendila cosciente della sua vocazione a promuovere una cultura della vita, al rispetto per l'esistenza d'ogni uomo in tutte le sue forme in ogni istante d'essa, all'unità tra i popoli, all'accoglienza dello straniero, alla promozione di forme civili e democratiche di vita sociale, perchè sia sempre più un'Europa unita nella pace e nella fraternità.

Verbo Eterno, che da tutta l'eternità accogli l'amore del Padre e rispondi alla Sua chiamata, apri il cuore e la mente dei giovani di questa terra perchè imparino a lasciarsi amare da Chi li ha pensati a immagine del Figlio suo e, lasciandosi amare, abbiano il coraggio di realizzare questa immagine, che è la Tua. Rendili forti e generosi, capaci di rischiare sulla Tua parola. liberi di volare alto, affascinati dalla bellezza della Tua sequela. Suscita tra loro gli annunciatori del tuo vangelo: presbiteri, diaconi, consacrati e consacrate, religiosi e laici, missionari e missionarie, monaci e monache, che con la loro vita sappiano a loro volta chiamare e proporre la sequela del Cristo Salvatore.

Spirito Santo, amore sempre giovane di Dio, voce dell'Eterno che non cessa di risuonare e chiamare, libera il vecchio continente da ogni spirito di suf-ficienza, dalla cultura dell'uomo senza vocazione, da quella paura che impedisce di rischiare e rende la vita piatta e senza gusto, da quel minimalismo che crea assuefazione alla mediocrtà e uccide qualsiasi slancio interiore e l'autentico spirito giovanile nella Chiesa. Fa riscoprire ai nostri giovani il senso pieno della sequela come chiamata a esser pienamente se stessi, pienamente e per sempre giovani, ogni uno secondo un progetto pensato apposta per lui unico, singolo, irripetibile.

In un'Europa che rischia di divenire sempre più vecchia fa il dono di nuove vocazioni che sappiano testimoniare la giovinezza di Dio e della Chiesa, universale e locale, dall'Est all'Ovest, e sappiano promuovere progetti di nuova santità, per la nascita d'una nuova Europa.

Vergine Santa, giovane figlia d'Israele, che il Padre ha scelto come sposa dello Spirito per generare il Figlio in terra, genera nei giovani d'Europa lo stesso tuo coraggio ardimentoso; quel coraggio che un giorno ti rese libera di credere a un progetto più grande di te, libera di sperare che Dio lo avrebbe ralizzato. A te che sei la madre dell'Eterno Sacerdote affidiamo i giovani chiamati al presbiterato; a te che sei la prima consacrata del Padre affidiamo quei giovani e quelle giovani che scelgono d'appartenere totalmente al Signore, unico tesoro e bene som-mamente amato, nella vita religiosa e consacrata, a te che hai vissuto come nessuna creatura la solitudine dell'intimità più piena con il Signore Gesù affidiamo chi lascia il mondo per dedicare tutta la vita alla preghiera nella vita monastica; a te che hai generato e assistito con materno amore la Chiesa nascente affidiamo tutte le vocazioni di questa Chiesa, perchè annuncino, oggi come allora, a tutte le genti che Gesù Cristo, è il Signore, nello Spirito Santo, a gloria di Dio Padre! Amen ".

(Dal Documento Fmale del Congresso sulle Vocazioni 6 Gennaio 1998)

 

La nostra Preghiera quotidiana

O Gesù Pontefice Eterno,

presente e operante nella SS.ma Eucaristia ascolta la preghiera che sulla Tua Parola noi Ti facciamo e manda santi operai nella Tua messe. Chiama molti giovani generosi al Sacerdozio e desta in loro un desderio ardevate di sanità e di apostolato.

Suscita intorno ad essi preghiere ed aiuti, perchè accolti nel Seminario, corrispondano alla divina chiamata e diventino Sacerdoti secondo il Tuo Cuore.

Per tutti i nostri Sacerdoti, uniti al Vescovo, rinnoviamo la Tua stessa preghiera:

"custodiscili dal maligno, consacrali nella verità, siano perfetti nelll'unità".

Ti chiediamo inoltre, che nella Tua Chiesa siano numerose le anime docili al Tuo invito, ad una vita più perfetta, nella fedeltà ai consigli evangelici.

Che esse, nel silenzio contemplativo del chiostro o nella dedizione alle varie forme di apostolato attivo, diano agli uomini di oggi testimonianza dei valori eterni.

Fà che le famiglie cristiane comprendano quanto grande e bello sia il donare a Te i propri figli e concedi loro di vincere i contrastanti interessi ed affetti.

Che tutti i tuoi chiamati, per la mediazione della Regina degli Apostoli, siano colmi del Tuo Spirito e portino la tua salvezza ai popoli, ravvivando sulle soglie del terzo Millennio l'impegno apostolico della Tua Chiesa. Amen.

 

PREGHIERA AL SACRO CUORE PER IL CLERO E PER LE VOCAZIONI SACERDOTALI

1. O Cuore Sacratissimo di Gesù, realmente presente sotto le Specie Eucaristiche, Ti adoriamo con viva fede, Ti ringraziamo di averci donato Te stesso nel Santissimo Sacramento dell'altare e di aver istituito il sacerdozio che, con le parole della consacrazione, perpetua la Tua reale presenza sui nostri altari.

Tu hai dato ai Tuoi Sacerdoti una altissima dignità, facendoli ministri dell'Eucaristia.

Ti preghiamo, o Cuore SS., di ispirarci un grande rispetto e un sincero amore per i sacerdoti; fai che ascoltiamo docilmente la loro voce e approfittiamo del loro sacro ministero per giungere alla vita eterna. Pater, Ave. Gloria.

2. O Cuore SS. di Gesù, che hai amato tanto gli uomini da dare per la loro salvezza tutto il Tuo preziossimo Sangue e ne hai posto il prezzo di infinito valore nelle mani dei sacerdoti, affinchè coi Sacramenti lo applicassero alle nostre anime, guarda pietoso il bisogno che ha il mondo di sacerdoti che contininuino la Tua opera redentrice. Non lasciarci mancare, o Gesù, i Tuoi ministri; mandane alla Tua Chiesa molti e tutti ferventi; aumenta le vocazioni ecclesiastiche e sostieni col Tuo aiuto quelli che lavorano nella Tua vigna, affinchè possano guidare le anime al Paradiso. Pater, Ave, Gloria.

3. O Maestro divino, che hai chiamato a Te i primi Apostoli e i primi discepoli, e per tre anni con tanto amore li hai preparati al ministero sacerdotale, Ti preghiamo di benedire e di aiutare con particolari grazie quei giovani che la Tua Chiesa accoglie nei Seminari, per prepararli, nella pietà e nella scienza, a salire un giorno il Tuo altare. Difendili dallo spirito di mondanità, conservali nella purezza e nel fervore della pietà, dài loro la forza di disprezzare il mondo e le sue vanità, e aiutali con la Tua grazia a consacrarsi generosamente al Tuo servizio e alla salvezza delle anime. Pater, Ave, Gloria.

4. O Cuore adorabile di Gesù, che sei passato attraverso la Palestina benedicendo e sanando tutti quelli che ricorrevano a Te per ottenere aiuto, conforto e salute, e che hai voluto che la Tua opera di carità venisse perpetuata nel mondo dai Tuoi ministri, guarda ai bisogni di tante anime che tutto attendono dai sacerdoti. Attendono guida, conforto, aiuto: i giovani, i poveri peccatori, la società, che lontana da Te non trova la pace. Tutti hanno bisogno del ministero sacerdotale. Provvedi dunque alle necessità spirituali di tante anime; moltiplica le vocazioni al sacerdozio e all'apostolato; aiuta i chiamati a cor-rispondere generosamentre alla Tua voce divina e sostienili nel loro difficile ministero, affinchè il sacerdozio possa perpetuare nel mondo la Tua missione di bene. Pater, Ave, Gloria.

5. O Cuore pietoso di Gesù, eterno Sacerdote e Redentore amorosissimo del genere umano, esaudi-sci le preghiere che riconoscenti Ti presentiamo per tutto l'ordine sacerdotale, da cui abbiamo ricevuto tanti benefici. Ti supplichiamo per il Sommo Pontefice, per tutto l'Episcopato cattolico e in modo particolare per il nostro Vescovo. Ti raccomandiamo tutti i sacerdoti che lavorano nella cura delle anime, e specialmente quelli che si dedicano ad educare i Tuoi futuri sacerdoti. Ti raccomandiamo infine tutti i candidati al sacerdozio, che attendono di esser consacrati Tuoi ministri, per condurre anime al Tuo Cuore. Aiutali con larghezza, affinchè per opera loro e con la Tua grazia si compia il Tuo ardente desiderio: che tutte le anime siano salve. Pater, Ave, Gloria.

 

INVOCHIAMO MARIA

O Maria SS., Madre dell'eterno Sacerdote Gesù e Madre dei Sacerdoti, suoi ministri, che ti furono particolarmente affidati da Tuo Figlio sul Calvario nella persona dell'apostolo San Giovanni, presenta Tu le nostre preghiere al Cuore del Tuo Gesù, e come un giorno nel Cenacolo per gli Apostoli, impetra per tutto l'ordine sacerdotale una rinnovata Pentecoste, che accenda di fede e di sanità i sacerdoti, ne moltiplichi il numero e ne renda fruttuoso il ministero. Guarda con materno amore e benedici i Seminaristi, affinché possano divenire fedeli dispensatori delle divine misericordie tra il popolo cristiano.

Pregate il Signore della messe, affinché mandi operai alla Sua messe.

PREGHIAMO O Dio, che non vuoi la morte dei peccatore, ma piuttosto che si converta e viva, per l'intercessione della Beata Maria sempre Vergine e di tutti i Santi, Ti preghiamo di concedere alla Tua Chiesa operai che siano cooperatori di Cristo e sappiano spendersi e consumarsi per le anime. Per lo stesso Cristo nostro Signore. Così sia.

 

PREGHIERA DI UNA MADRE DESIDEROSA DI AVERE UN FIGLIO SACERDOTE

Avere un figlio Sacerdote vale quanto acquistarsi la gratitudine del cielo e della terra.

O Signore Gesù, che hai disposto nel cuore di tutte le donne il grande desiderio del dono di sé, fammi la grazia di avere un figlio che un giorno venga a confidarmi: "Mamma, voglio farmi sacerdote!".

Quale dono più bello potrei presentarli, o Signore, che offrirli la mia creatura? Tu permetti spesso che la vocazione di un fanciullo prenda inizio nel cuore della sua mamma.

Ti domando di mettere nel mio cuore le virtù sacerdotali: la purezza, la generosità, lo spirito di sacrificio, perché nel mio cuore di mamma questo bambino trovi terreno proprizio al fiorire della sua vocazione, se tale è la Tua volontà, o Signore.

Vergine Santissima, Regina degli Apostoli, la cui gioia più grande fu quella di essere Madre del vero, unico Sacerdote, ascolta ed esaudisci il mio desiderio, che affido al Tuo Cuore di Mamma. Così sia.

 

PREGHIERA PER IL FIGLIO SEMINARISTA

Tuo figlio sarà sacerdote se te lo sarai mestato con la costanza della tua preghiera e con la generosità del tuo sacrificio.

O Gesù, quanto è grande la gioia che provo al pensiero di avere un figlio seminarista! A Te salga l'inno della mia riconoscenza.

Ma per le lacrime e i sacrifici che egli mi costa e più ancora per il preziosissimo Sangue da Te versato, fai che egli corrisponda generosamente alla vocazione.

Niente altro più ardentemente desiderio, e più umilmente Ti chiedo. Sorreggilo Tu, o Signore, con la Tua grazia. Quando soprattutto si troverà nelle tentazioni o nella tristezza, manda i Tuoi Angeli a confortarlo.

Illumina la sua mente, affinchè lo studio gli riesca facile e proficuo, purifica il suo cuore e disponilo alle più alte ascensioni spirituali.

Che un solo ideale brilli dinanzi al suo spirito: la santificazione propria e quella degli altri.

Che un solo programma occupi tutta la sua vita: la salvezza delle anime.

Che un solo desiderio lo consumi: uscire dal semi-nario, come gli Apostoli dal Cenacolo, ripieno di Spirito Santo.

O Gesù, dài a mio figlio la grazia di prepararsi al sacerdozio così santamente da essere in ogni circostanza della sua futura vita sacerdotale, angelo di purezza e di pace, serafino di amore e di carità, eroe di sacrificio, apostolo della Tua gloria, salvatore e santificatore di molte anime.

Concedimi infine la sospirata grazia che, dopo aver partecipato al gaudio della sua prima S. Messa qui in terra con lui condivida la felicità eterna del Cielo. Così sia.

 

PREGHIERA PER IL FIGLIO SACERDOTE

E' già sacerdote tuo figlio ma non lasciarlo solo. Sii sempre al suo fianco col tuo affetto e con la tua preghiera.

Ti ringrazio, o Dio, Signore del cielo e della terra, che nella Tua bontà Ti sei degnato di volgere lo sguardo su mio figlio e l'hai chiamato a Te e l'hai innalzato alla subblime dignità di Tuo ministro nel sacerdozio. Sii per questo ora e sempre benedetto! Quella voce, a me tanto cara, ripete oggi nel Tuo nome le misteriose parole: "Questo è il mio Corpo, questo è il mio Sangue".

Quelle mani che tante volte ho baciato quando erano piccole, ora stringono il Corpo immacolato di Gesù. Che Tu sia benedetto, o mio Dio, di tanta dignità e di così grande potere concesso al frutto del mio seno.

Proteggi quella voce e quelle mani, perchè siano sempre pure e sante, non indegne dei sublimi misteri di cui sono strumento. Santifica la mente ed il cuore di mio figlio, perchè sempre e solo a Te si rivolgano e solo a Te dedichino le loro energie.

A me, povera mamma, tanto lontana dalla dignità sacerdotale, dài, o Signore, fede viva, carità ardente e profonda umiltà. Fai che io pure, associandomi all'offerta che mio figlio Ti presenta, sia sempre pura e santa nel tempo e che, assistita dal Tuo ministro e figlio mio, possa venire a Te nell'eternità.

E Tu, o Vergine Santa, Madre del divin Sacerdote Gesù, che sei stata unita a Lui nell'opera di redenzione e di santificazione, insegnami a cooperare con mio figlio sacerdote alla gloria di Dio ed al bene delle anime.

 

PREGHIERA PER IL FRATELLO SEMINARISTA

Ogni vocazione ha bisogno di un appoggio sicuro. Sia continua la tua preghiera per la risposta perseverante di tuo fratello alla Vocazione

Cuore Santissimo di Gesù, vivamente Ti ringrazio di aver chiamato mio fratello in Seminario per essere domani sacerdote.

Se è Tua volontà che egli un giorno sia operaio della Tua mistica vigna, preparalo fin d'ora alla subli-me missione.

Insegnagli a non cercare né ricchezze, né onori; ma Te solo, a non amare che Te, a non desiderare che di imitarli perfettamente, affinchè la sua vita non sia che una irradiazione della Tua.

Sia umile e mite come Te, puro come un angelo: obbediente, come Te, fino alla morte: come te amante del sacrificio, come Te appassionato delle anime: come Te preoccupato solo di dar gloria al Padre.

Vergine santa, ottienimi dal Tuo Gesù di saperli imitare così perfettamente da non riuscire mai a mio fratello d'inciampo nelle vie della sanità, ma di esempio e di incitamento, e in avvenire di essergli di aiuto nell'opera sua apostolica di ricerca delle anime. Così sia. 

 

PREGHIERA PER I SEMINARISTI

Aiuta, o Gesù, i nostri Seminarisati: sono Tuoi, e la loro vita arderà un giorno davanti ai Tuoi Tabernacoli. Custodiscili, perchè sono nel mondo e devono vivere separati dal mondo.

Rifugiali nel Tuo Cuore, perchè i piaceri terreni non li distolgano da Te.

Confortali nell'ora della lotta e dello scorag-giamento.

Guardali nei loro studi e nella loro formazione. Rendili forti e perseveranti contro il male.

Che essi siano sempre immacolati, come l'Ostia che innalzeranno un giorno.

Benedici i loro pensieri, le loro azioni, i loro sacrifi-ci. Così sia.

 

O GESU, SACERDOTE ETERNO,

suscita in molti giovani che si aprono alla vita il desiderio santo di farsi sacerdoti per il bene delle anime. Infondi in tutti coloro, che chiami al Tuo Ministero, un desiderio ardente di santità e di apostolato. Che i Tuoi Sacerdoti siano Angeli di purezza, amanti della povertà, efficaci nella parola e nelle opere. Cosi sia.

 

PREGHIERA PER LE VOCAZIONI

Del Santo Padre Giovanni Paolo II

Gesù, Figlio di Dio, in cui dimora la pienezza della divinità,

Tu chiami tutti battezzati "a prendere il largo", percorrendo la via della santità.

Suscita nel cuore dei giovani il desiderio di essere nel mondo di oggi

testimoni della potenza del tuo amore.

Riempili con il tuo Spirito di fortezza e di prudenza che li conduca nel profondo del mistero umano perché siano capaci di scoprire la piena verità di sé e della propria vocazione.

Salvatore nostro, mandato dal Padre per rivelarne l'amore misericordioso, fa' alla tua Chiesa il dono di giovani pronti a prendere il largo,

per essere tra i fratelli manifestazione della tua presenza che rinnova e salva.

Vergine Santa, Madre dei Redentore,

guida sicura nel cammino verso Dio e il prossimo, Tu che hai conservato le sue parole

nell'intimo del cuore,

sostieni con la tua materna intercessione le famiglie e le comunità ecclesiali, affinché aiutino gli adolescenti e i giovani a rispondere generosamente

alla chiamata del Signore. Amen.