PREGHIERE AL SACRO CUORE 

INVOCAZIONI AL SACRO CUORE

Amore del Cuore di Gesù, infiamma il mio cuore.

Carità del Cuore di Gesù, diffonditi nel mio cuore.

Forza del Cuore di Gesù, sostieni il mio cuore.

Misericordia del Cuore di Gesù, rendi dolce il mio cuore.

Pazienza del Cuore di Gesù, non ti stancare del mio cuore.

Regno del Cuore di Gesù, stabilisciti nel mio cuore.

Sapienza del Cuore di Gesù, ammaestra il mio cuore.

 

Atto di riparazione

Amorissimo Cuore del mio Gesù sacramento, quali oltraggi tu ricevi nella santissima eucaristia! Tu qui fai l'ultimo sfor-zo del tuo amore e gli uomini fanno l'ultimo sforzo delle lo-ro ingratitudini.

O Gesù mio! Infedeli che non credono, eretici che ti ne-gano, cattolici che ti dimenticano, peccatori che ti offendo-no, anime a te consacrate che ti sono infedeli.

O cuore, del mio Gesù, orribilmente oltraggiato e vilipeso! E io sono stato nel numero di anime così ingrate! Un tale pen-siero mi riempie il cuore di un dolore acerbo. Oh, potessi con le mie lacrime lavare tutte le mie colpe! Potessi avere tutti i cuori degli uomini per offrirteli in riparazione di tanti oltraggi.

Angeli del paradiso, risarcite voi con le vostre adorazioni gli affronti che Gesù riceve dagli uomini. Maria santissima, il tuo Cuore pieno di grazia compensi il tuo Figlio delle no-stre ingratitudini.

E tu, Gesù amabilissimo, accetta queste nostre riparazio-ni e perdona le nostre infedeltà. Che se queste meritano ven-detta, vendicati da Padre amoroso gettando nel nostro cuo-re una scintilla del tuo fuoco divino che arda il nostro cuore e lo faccia vittima di amore in vita e in morte e lo unisca a te per tutta l'eternità. Amen.

 

LITANIE RIPARATRICI DEL SACRO CUORE

Divino Salvatore Gesù! Degnati di abbassare uno sguardo di misericordia sui devoti del tuo Cuore che riuniti in un medesimo pensiero di fede, di riparazione e di amore, vengono a piangere ai tuoi piedi le loro ini-quità e quelle dei poveri peccatori loro fratelli.

Deh! potessimo noi, con le promesse unanimi e so-lenni che stiamo per fare, commuovere il tuo divin Cuo-re ed ottenere misericordia per noi, per il mondo infe-lice e colpevole, per tutti quelli che non hanno la for-tuna di amarti.

 

Per l'avvenire sì noi tutti lo promettiamo: noi ti consoleremo, o Signore.

Della dimenticanza e della ingratitudine degli uomini, noi ti consoleremo, o Signore.

Del tuo abbandono nel santo tabernacolo, noi ti consoleremo, o Signore.

Dei delitti dei peccatori, noi ti consoleremo, o Signore.

Dell'odio degli empi, noi ti consoleremo, o Signore.

Delle bestemmie che si vomitano contro di te, noi ti consoleremo, o Signore.

Delle ingiurie fatte alla tua Divinità, noi ti consoleremo, o Signore.

Dei sacrilegi coi quali si profana il tuo sacramento d'a-more, noi ti consoleremo, o Signore.

Delle irriverenze commesse alla tua adorabile presenza. noi ti consoleremo, o Signore.

Dei tradimenti dei quali tu sei l'adorabile Vittima, noi ti consoleremo, o Signore.

Della freddezza del maggior numero dei tuoi figlioli, noi ti consoleremo, o Signore.

Del disprezzo che si fa delle tue amorevoli attrattive, noi ti consoleremo, o Signore.

Delle infedeltà di coloro che si dicono tuoi amici, noi ti consoleremo, o Signore.

Della nostra resistenza alle tue grazie, noi ti consoleremo, o Signore.

Delle nostre proprie infedeltà, noi ti consoleremo, o Signore.

Dell'incomprensibile durezza dei nostri cuori, noi ti consoleremo, o Signore.

Dei nostri lunghi indugi ad amarti, noi ti consoleremo, o Signore.

Della nostra tiepidezza nel tuo santo servizio, noi ti consoleremo, o Signore.

Dell'amara tristezza in cui ti getta la perdita delle anime, noi ti consoleremo, o Signore.

Del tuo lungo aspettare alla porta dei nostri cuori, noi ti consoleremo, o Signore.

Degli amari rifiuti di cui sei abbeverato, noi ti consoleremo, o Signore.

Dei tuoi sospiri d'amore, noi ti consoleremo, o Signore.

Delle tue lacrime d'amore, noi ti consoleremo, o Signore.

Della tua prigionia d'amore, noi ti consoleremo, o Signore.

Del tuo martirio d'amore, noi ti consoleremo, o Signore.

Preghiamo

Divino Salvatore Gesù, che ti sei lasciato sfuggire dal Cuore questo doloroso lamento: lo ho cercato dei con-solatori e non ne ho trovati..., degnati di gradire 1'um-mile tributo delle nostre consolazioni, ed assistici così potentemente con l'aiuto della tua santa grazia, che per l'avvenire, schivando sempre più tutto ciò che potreb-be dispiacerti, noi ci mostriamo in tutto e per tutto tuoi fedeli e devoti.

Noi te lo domandiamo per il tuo Cuore, o caro Ge-sù, che essendo Dio col Padre e con lo Spirito Santo, vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen

 

PREGHIERE AL SACRO CUORE DI GESU' TRAFITTO DALLA LANCIA

(per il primo venerdì del mese)

O Gesù, così amabile e così poco amato! Noi ci pro-striamo umilmente ai piedi della tua croce, per offrire al tuo divin Cuore, aperto della lancia e consumato dall'a-more, l'omaggio delle nostre profonde adorazioni. Ti rin-graziamo, o amatissimo Salvatore, di aver permesso al sol-dato di trafiggere il tuo costato adorabile e d'averci così aperto un rifugio di salvezza nell'arca misteriosa del tuo Sacro Cuore. Permetti che in esso noi ci rifugiamo in questi tempi cattivi per poterci salvare dall'eccesso di scandali che contamina l'umanità.

Pater, Ave, Gloria.

Noi benediciamo il preziosissimo sangue, uscito dalla ferita aperta nel tuo divin Cuore. Dégnati di farne un la-vacro salvifico per il mondo infelice e colpevole. Lava, purifica, rigenera le anime nell'onda uscita da questa ve-ra fontana di grazie. Permetti, o Signore, che noi vi get-tiamo dentro le nostre iniquità e quelle di tutti gli uomi-ni, supplicandoti, per l'amore immenso che divora il tuo Sacro Cuore, di salvarci ancora. Pater, Ave, Gloria.

Finalmente, dolcissimo Gesù, permettici che, fissando per sempre la nostra dimora in questo Cuore adorabile, vi passiamo santamente la nostra vita, e vi rendiamo in pace il nostro ultimo respiro. Amen. Pater, Ave, Gloria.

Volontà del Cuore di Gesù, disponi del mio cuore.

Zelo del Cuore di Gesù, consuma il mio cuore.

 

Atto di ammenda

(da recitarsi nella solennità del Sacro Cuore, nei primi venerdì del mese e in altre occasioni opportune)

O Gesù dolcissimo, il cui immenso amore per gli uo-mini viene da noi ripagato con ingratitudini, dimenti-canze, disprezzi e peccati, ecco che noi, prostrati da-vanti a te, intendiamo di riparare con questa ammen-da onorevole, al nostro comportamento così indegno e alle tante offese con le quali viene ferito il tuo Cuore amabilissimo da parte di tanti tuoi figli ingrati.

Ricordando, però, che anche noi nel passato ci sia-mo macchiati di simili colpe e provandone sempre vi-vissimo dolore, imploriamo, anzitutto per noi, la tua misericordia, pronti a riparare, con un'adeguata espia-zione, non solo i nostri peccati, ma anche le colpe di coloro che, calpestando le promesse del battesimo, han-no scosso il soave giogo della tua legge e come pecore sbandate rifiutano di seguire te, pastore e guida.

Mentre intendiamo staccarci dalla schiavitù delle pas-sioni e dei vizi ci proponiamo di riparare tutte le nostre colpe: le offese fatte a te e al tuo divin Padre, i peccati contro la tua legge e contro il tuo vangelo, le ingiusti-zie e le sofferenze arrecate ai nostri fratelli, gli scandali dei costumi, le insidie tese contro le anime innocenti, le colpe pubbliche delle nazioni che conculcano i diritti degli uomini e che impediscono alla tua Chiesa l'e-sercizio del suo ministero salvifico, le negligenze e le profanazioni del tuo stesso sacramento d'amore.

A questo fine ti presentiamo, o Cuore misericordio-so di Gesù, come riparazione per tutte le nostre colpe, quella espiazione infinita che tu stesso offristi sulla cro-ce al tuo Padre e che ogni giorno tu rinnovi sui nostri altari, unendola alle espiazioni della tua santa Madre, di tutti i santi e delle molte anime pie.

Intendiamo riparare i nostri peccati e quelli dei no-stri fratelli, presentandoti il nostro sincero pentimento, il distacco del nostro cuore da ogni affetto disordinato, la conversione della nostra vita, la fermezza della no-stra fede, la fedeltà alla tua legge, l'innocenza della vita e il fervore della carità.

Accogli o benignissimo Gesù, per l'intercessione della beata vergine Maria, questo nostro volontario atto di riparazione. Donaci la grazia di conservarci fedeli ai no-stri impegni, in obbedienza a te e in servizio ai nostri fratelli. Ti chiediamo ancora il dono della perseveran-za finale, per potere un giorno pervenire tutti a quella patria beata, dove tu regni con il Padre e lo Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen.

 

Breve offerta

Amabile mio Gesù, per esserti grato e per riparare le mie infedeltà, ti dono il mio cuore e interamente mi consacro a te, e col tuo santo aiuto propongo di non più peccare.

 

Atto di oblazione

(per le anime vittime)

Ecce venio! Eccomi pronto! O Gesù mio, mite e dolce Agnello divino, perennemente immolato sui nostri altari per la salvezza degli uomini, io voglio unirmi a te, soffrire con te, immolarmi con te. A questo fine ti offro tutte le pene, le amarezze, le umiliazioni e le croci di cui la tua Provvi-denza vuole seminare i miei passi.

Te le offro secondo tutte le intenzioni per cui il tuo Cuore dolcissimo offre e immola se stesso. Possa il mio modesto sacrificio ottenere le tue benedizioni per la Chiesa, per il sa-cerdozio, per i poveri peccatori, per la società. E tu, o caro Gesù, degnati di accettarlo dalle mani di Maria Santissima, in unione col suo Cuore Immacolato. Amen.

 

PREGHIERA DI SANTA GERTRUDE

Io ti saluto, o Sacro Cuore di Gesù, fonte viva e vivifican-te della vita eterna, tesoro infinito della divinità, fornace ar-dente del divino amore. Tu sei il luogo del mio rifugio, l'asi-lo della mia sicurezza. O mio amabile Salvatore, accendi il mio cuore di quell'amore ardentissimo che infiamma il tuo Cuore; versa nel mio cuore le grandi grazie che trovano la fonte viva nel tuo Cuore; fa' che la tua volontà diventi la mia volontà e che ad essa sia sempre conforme, perché io desi-dero che per l'avvenire la tua santa volontà sia la regola di tutti i miei desideri e di tutte le mie azioni. Amen.

 

PREGHIERE DI CONSACRAZIONE

DI SANTA MARGHERITA MARIA

lo N.N. dono e consacro al Sacro Cuore di nostro Signore Gesù Cristo, la persona e la vita mia, le mie opere, pene, sofferenze, per non volere più servirmi d'alcuna parte del mio essere che per onorarlo e glorificarlo.

Questa è la mia volontà irrevocabile: essere tutta sua e far ogni cosa per amor suo, rinunziando con tutto il cuore a quanto potrebbe dispiacergli.

Ti prendo, dunque, o Sacro Cuore, per l'unico oggetto del mio amore, per protettore della mia vita, per sicurezza del-la mia salvezza, per rimedio della mia fragilità ed incostan-za, per riparatore di tutte le colpe della mia vita, e per sicu-ro asilo nell'ora della mia morte.

O Cuore di bontà, sii la mia giustificazione presso Dio, tuo Padre, e allontana da me le minacce della sua giusta indi-gnazione.

O Cuore d'amore, io pongo in te tutta la mia confidenza, perché tutto temo dalla mia malizia e debolezza, ma tutto spero dalla tua bontà; consuma in me quanto può dispia-certi e resisterti.

Il tuo puro amore s'imprima così profondamente nel mio cuore che io non posso mai dimenticarti, né mai essere se-parata da te. Ti scongiuro, per la tua bontà, di concedermi che il mio nome sia scritto nel tuo Cuore, perché voglio far consistere la mia felicità e la mia gloria nel vivere e morire in qualità di tua schiava. Amen.

(Questa consacrazione è stata raccomandata da nostro Signore a santa Margherita Maria).

 

CONSACRAZIONE DELLA FAMIGLIA

Cuore dolcissimo di Gesù, che hai fatto alla tua grande devota santa Margherita Maria la conso-lante promessa: «Benedirò le ca-se, nelle quali sarà esposta l'im-magine del mio Cuore», degnati di accettare la consacrazione che ti facciamo della nostra famiglia, con la quale intendiamo di rico-noscerti Re delle nostre anime e di proclamare il dominio che tu hai sopra tutte le creature e so-pra di noi.

I tuoi nemici, o Gesù, non vogliono riconoscere i tuoi di-ritti sovrani e ripetono il satanico grido: Non vogliamo che costui regni sopra di noi! straziando così nel modo più cru-dele il tuo amabilissimo Cuore. Noi invece ti ripeteremo con maggior slancio e maggior amore: Regna, o Gesù, sopra la nostra famiglia e su ciascuno dei membri che la compongo-no; regna sulle nostre menti, perché possiamo sempre cre-dere alle verità che ci hai insegnate; regna sui nostri cuori perché vogliamo seguire sempre i tuoi divini comandi. Sii tu solo, Cuore divino, il dolce Re delle anime nostre; di que-ste anime, che hai conquistate al prezzo del tuo sangue pre-zioso e che vuoi tutte salve.

Ed ora, Signore, secondo la tua promessa, fa' scendere so-pra di noi le tue benedizioni. Benedici i nostri lavori, le no-stre imprese, la nostra salute, i nostri interessi; assistici nel-la gioia e nel dolore, nella prosperità e nell'avversità, ora e sempre. Fa' che regnino in mezzo a noi la pace, la concor-dia, il rispetto, l'amore reciproco e il buon esempio.

Difendici dai pericoli, dalle malattie, dalle disgrazie e so-prattutto dal peccato. Degnati infine di scrivere il nostro nome nella piaga sacratissima del tuo Cuore e non permettere che si cancelli mai più, affinché, dopo essere stati uniti qui in terra, possiamo trovarci un giorno uniti tutti in cielo a can-tare le glorie e i trionfi della tua misericordia. Amen.

 

 

CONSACRAZIONE DEL GENERE UMANO

O Gesù dolcissimo, o Reden-tore del genere umano, guarda a noi umilmente prostrati dinanzi al tuo altare. Noi siamo tuoi e tuoi vogliamo essere: e per poter vivere a te più strettamente congiunti, ecco che ognuno di noi oggi spontaneamente si consacra al tuo sacratissimo Cuore.

Molti purtroppo non ti conob-bero mai; molti, disprezzando i tuoi comandamenti, ti ripudiarono. O benignissimo Gesù, abbi misericordia degli uni e degli altri, e attira tutti al tuo Cuore santissimo.

O Signore, sii il Re non solo dei fedeli che non si allonta-narono mai da te, ma anche dei figli prodighi che ti abban-donarono; fa' che questi quanto prima ritornino alla casa paterna.

Sii il Re di coloro che vivono nell'inganno dell'errore o per discordia da te separati; richiamali al porto della verità e all'u-nità della fede, affinché in breve si faccia un solo ovile sotto un solo pastore.

Largisci, o Signore, incolumità e libertà sicura alla tua Chie-sa, largisci a tutti i popoli la tranquillità dell'ordine; fa' che da un capo all'altro della terra risuoni quest'unica voce: Sia lode a quel Cuore divino, da cui venne la nostra salvezza; a lui si canti gloria e onore nei secoli. Amen.

 

Preghìera per la famiglia

O Gesù, tu hai promesso di essere presente in mezzo a co-loro che sono uniti nel tuo nome; guarda dunque la nostra famiglia che ti prega con viva fede, animata dall'amore ver-so di te. A te vogliamo consacrare noi stessi, le nostre sofferenze e le nostre gioie, affinché la nostra casa, come quella di Na-zaret, possa essere un tempio di pace, di purezza e di amore.

O Maria, Madre di Gesù e Madre nostra, intercedi presso il tuo Figlio per la nostra famiglia e per tutte le famiglie del mondo: benedici le culle dei neonati, custodisci i fanciulli e i giovani, dona forza ai deboli e ai malati, sostieni gli an-ziani e le vedove, proteggi gli orfani.

O san Giuseppe, custode di Gesù e di Maria, assistici con le tue preghiere in tutte le necessità della vita, e chiedi per noi la grazia di poterci ritrovare tutti uniti per sempre in pa-radiso. Amen.

 

Promesse e desideri del cuore di Gesù

Negli scritti di santa Margherita Maria si trovano numerose pro-messe fatte da Gesù ai devoti del suo Sacro Cuore; si trovano pure esposti vari desideri che lo stesso Gesù ha manifestato alla santa. Li presentiamo in forma riassuntiva, pensando che possano giova-re nella nostra pietà.

Desideri

1. Che i suoi devoti si accostino spesso e bene alla santa comunione.

2. Che non manchino, anche a costo di sacrificio, di an-dar alla comunione il primo venerdì del mese in ripara-zione delle offese che quel Cuore divino riceve dall'u-mana ingratitudine.

(conviene in quel giorno rinnovare gli atti di consacra-zione e riparazione).

3. Che onorino la sua immagine, la tengano esposta nelle loro case, e la portino sul petto.

4. Che facciano delle comunioni spirituali e frequenti visi-te alla Chiesa; se impediti, facciano visita spirituale vol-gendosi in spirito verso Gesù sacramentato.

5. Che stiano in chiesa col massimo rispetto facendo spes-so atti di ammenda e di riparazione.

6. Che si mostrino con tutti miti ed umili sopportandone con carità e pazienza i difetti.

7. Che meditino spesso i dolori della sua passione e morte. 8. Che celebrino con solennità la festa del Sacro Cuore. (Venerdì dopo la festa del Corpus Domini, voluta dallo stesso nostro Signore, premettendone la novena).

9. Che consacrino al Sacro Cuore gli ultimi giorni di car-nevale, tempo in cui, più di ogni altro, viene oltraggiato il Cuore di Gesù.

Promesse

1. Darà loro tutte le grazie necessarie al loro stato. 2. Metterò e conserverò la pace nelle loro famiglie. 3. Li consolerò in tutte le loro pene.

4. Sarò il loro rifugio in vita e specialmente in punto di morte.

5. Spargerò copiose benedizioni sopra tutte le loro imprese. 6. 1 peccatori troveranno nel mio Cuore la sorgente e l'o-ceano infinito di misericordia.

7. Le anime tiepide s'infervoreranno.

8. Le anime fervorose saliranno in breve tempo a grande perfezione.

9. Benedirò le case dove sarà esposta ed onorata l'imma-gine del mio Sacro Cuore.

10. Darò ai sacerdoti la grazia di muovere i cuori più induriti. 11. Il nome di coloro che propagheranno questa devozione sarà scritto nel mio Cuore e non verrà cancellato giammai.

La grande promessa dei nove venerdì:

12. Nell'eccesso della misericordia del mio amore onnipo-tente accorderò a tutti quelli che si comunicano nel pri-mo venerdì di ogni mese per nove mesi consecutivi la grazia della penitenza finale, onde essi non moriranno nella mia disgrazia, né senza ricevere i sacramenti; e il mio Cuore in quell'ora estrema sarà il loro asilo sicuro.

 

AL MATTINO

Offerta della giornata al Sacro Cuore di Gesù

Cuore divino di Gesù, io ti offro, per mezzo del Cuore im-macolato di Maria, Madre della Chiesa, in unione al sacrifi-cio eucaristico, le preghiere e le azioni, le gioie e le soffe-renze di questo giorno, in riparazione dei peccati e per la salvezza di tutti gli uomini, nella grazia dello Spirito Santo, a gloria del divin Padre.

 

Altra orazione d'offerta

Mio Dio, Padre, Figlio e Spirito Santo, io ti offro in unio-ne dei meriti di Gesù Cristo tutte le orazioni, azioni e pati-menti miei di questo giorno alla maggior tua gloria, in adem-pimento della tua santissima volontà; ad onore di Maria san-tissima mia cara Madre, del mio santo angelo custode e di tutti i miei santi avvocati; in piena remissione e soddisfazio-ne dei miei peccati; per la conversione dei peccatori e per-severanza dei giusti: secondo le intenzioni dei sommi pon-tefici, per l'acquisto delle sante indulgenze, a suffragio delle anime del purgatorio; a vantaggio e perfezione spirituale dei miei fratelli adoratori e figli del divin Cuore, e di tutti quelli per i quali sono obbligato di pregare; in ringraziamento di tutte le grazie, che finora mi hai concesso e che mi conce-derai per i meriti di Gesù Cristo. Amen.

 

ALLA SERA

Offerta all'eterno padre in unione al sacro cuore

Eterno Padre, ti offro il Sacro Cuore di Gesù con tutto il suo amore, tutte le sue sofferenze, tutti i suoi meriti:

1 ° Per espiare i peccati che ho commesso in questo gior-no e durante tutta la mia vita.

Gloria al Padre...

2° Per purificare il bene che ho fatto con negligenza in questo giorno e durante tutta la mia vita. Gloria al Padre...

3 ° Per supplire alle buone opere che devono fare e che ho trascurato di fare in questo giorno e durante tutta la mia vita. Gloria al Padre...

 

AI Sacro Cuore di Gesù

O Cuore di Gesù, a te raccomando in questa notte l'ani-ma e il corpo, affinché dolcemente in te riposino. E poiché durante il sonno non potrò lodare il mio Dio, tu degnati di farlo per me, in modo che quanti saranno i battiti del mio cuore in questa notte, tante siano le lodi che tu darai alla santissima Trinità. Amen.

 

Atto di consacrazione per tutti i giorni.

Immacolata Regina dei Cieli e Ma-dre mia amabilissima! io... quantunque pieno di miserie e di bassezze, incorag-giato dal benevolo invito del Cuore di Gesù, desidero consacrarmi a Lui. Però, siccome conosco bene la mia indegni-tà e la mia incostanza, voglio offrire tutte le mie opere per mezzo delle tue mani materne, affidando alle tue cure il farmi compiere bene tutte le mie ri-soluzioni.

 

CUORE DOLCISSIMO DI GESU',

Re di bontà e di amore, con piacere, con gratitudine e con piena deliberazione del mio animo, accetto questo soavissimo patto DI AVER TU CURA DI ME ED IO DI TE. Vo-glio che il mio sia tuo; tutto metto nel-le tue mani benefiche:

LA MIA ANIMA, la salvezza eter-na, la libertà, il progresso interiore, le stesse miserie.

IL MIO CORPO, la vita e la salu-te, TUTTO QUEL POCO DI BENE Che io posso e che per me offriranno altri in vita e dopo morte, nel caso che possa servir-ti.

Ti consacro LA MIA FAMIGLIA, i miei beni, i miei affari, le mie occupa-zioni, ecc. ecc. Quantunque io desideri fare in tutto meglio che posso, tutta-via, voglio che Tu sia il Re che dispone, a suo piacere, d'ogni cosa; ed io mi sfor-zerò d'essere sempre d'accordo, anche se mi dovrà costare, con ciò che di-sporrà il tuo Cuore amante, sempre desideroso, in tutto, del mio bene.

Desidero, in cambio, o Cuore ama-bilissimo, che la vita che mi resta non sia vissuta inutilmente. Voglio far qual-che cosa, anzi vorrei far molto, perchè tu possa regnare nel mondo. Voglio con preghiere prolungate o giaculatorie, con le azioni di ogni giorno, con le pene accettate con gioia, con le piccole vit-torie su me stesso ed infine, con la pro-paganda, non restare, se è possibile, un solo momento senza fare qualche cosa per Te.

Fa' che tutto porti il sigillo del tuo re-gno e della tua gloria fino all'ultimo mio respiro. Fa' che esso sia il ferma-glio d'oro, l'atto d'amore che chiuda tutta una vita di apostolato fervente. Così sia.

 

Atto di consacrazione personale

(di S. Margherita Maria Alacoque) Io..., dono e consacro al Cuore adora-bile di Gesù la mia persona e la mia vita, le mie azioni, pene e sofferenze per non più servirmi di alcuna parte del mio essere, se non per onorarlo, amarlo e glorificarlo.

E' questa la mia irrevocabile volontà: essere tutto suo e fare ogni cosa per suo amore, rinunciando a tutto ciò che può dispiacergli.

Ti scelgo, Sacro Cuore di Gesù, come unico oggetto del mio amore, custode della mia vita, pegno della mia salvezza, rimedio della mia fragilità e inco-stanza, riparatore di tutte le colpe del-la mia vita e rifugio sicuro nell'ora del-la mia morte.

Sii, o Cuore di bontà e di misericordia, la mia giustificazione presso Dio Padre e allontana da me la sua giusta indi-gnazione. Cuore amoroso di Gesù, pon-go in te la mia fiducia, perchè temo tut-to dalla mia malizia e debolezza, ma spero tutto dalla tua bontà.

Distruggi in me quanto può dispiacer-ti. Il tuo puro amore s'imprima profon-damente nel mio cuore in modo che non ti possa più dimenticare o essere separato da te.

Ti chiedo, per la tua bontà, che il mio nome sia scritto in te, poichè voglio vivere e morire come tuo vero devoto. Sacro Cuore di Gesù, confido in te!

 

Atto di consacrazione della famiglia

Cuore amabilissimo di Gesù, che hai fatto alla tua grande devota, Maria Margherita, la consolante promessa di benedire quelle case in cui sarà espo-sta l'immagine del tuo Cuore, dègnati di accettare la consacrazione che ti facciamo della nostra famiglia.

Con essa noi intendiamo proclamare solennemente il dominio che tu hai su di noi e su tutte le creature, riconoscen-doti re e pastore delle nostre anime. I tuoi nemici, o Gesù, non vogliono rico-noscere i tuoi diritti sovrani e ripetono il grido satanico: «Non vogliamo che co-stui regni su di noi», straziando così nel modo più crudele il tuo amabilissi-mo Cuore.

Noi vogliamo riparare questo oltraggio e ti diciamo con amore: regna, o Gesù, sulla nostra famiglia e su ciascuno dei membri che la compongono.

Regna sulle nostre menti, affinchè ab-biamo sempre a credere alle verità che tu ci hai insegnato. Regna sui nostri cuori, perchè possiamo sempre segui-re i tuoi divini insegnamenti. Sii tu solo, o Cuore divino, re e provvido pastore delle nostre anime che hai conquistato a prezzo del tuo sangue e che vuoi sia-no tutte salve.

Fa' scendere su di noi le tue benedizio-ni. Benedici noi nei nostri lavori, nelle nostre imprese, nella nostra salute, nelle nostre necessità.

Benedici tutti noi nella gioia e nel do-lore, nella prosperità e nelle avversità, ora e sempre. Fa' che regni in noi la pace, la concordia, il rispetto, l'amore reciproco e il buon esempio. Difendici dai pericoli, dalle malattie, dalle disgrazie e soprattutto dal pecca-to. Degnati infine di scrivere il nostro nome nel tuo Cuore e non permettere che si cancelli, affinchè dopo essere stati uniti qui in terra, possiamo un giorno trovarci tutti uniti in cielo e can-tare le glorie e i trionfi della tua mise-ricordia.Sacro Cuore di Gesù, confidiamo in te!

 

Atto di consacrazione personale e di riparazione al Cuore di Gesù

(di San Claudio la Colombière S.J.)

O Cuore dell'amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di ripa-rare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi af-fetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell'anima mia, sponta-neamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno ave-re le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all'ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

 

PER VALORIZZARE LA TUA ATTIVITA' QUOTIDIANA

* Indirizza a Dio Amore quanto fai e soffri

* Offri tutto al Cuore di Cristo

* Impegnati ad agire in piena amicizia con Lui.

 

CUORE DIVINO DI GESU' io Ti offro, per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, Madre della Chiesa, in unione al Sacri-ficio Eucaristico, le preghiere e le azio-ni, le gioie e le sofferenze di questo gior-no: in riparazione dei peccati e per la sal-vezza di tutti gli uomini, nella grazia dello Spirito Santo, a gloria del Divin Padre.

Te le offro in particolare secondo le intenzioni del Papa e dei Vescovi.

 

DONO DI SE' AL SACRO CUORE 

O  Gesù, mio Dio e mio Salvatore, che nell'infi-nita tua carità ti sei fatto mio fratello e sei morto per me sulla croce; Tu che ti sei donato a me nell'Eucaristia e mi hai mostrato il tuo Cuore per assicurarmi del tuo amore, volgi a me in questo momento i tuoi occhi misericordiosi e avvolgimi nel fuoco della tua carità.

Io credo nel tuo amore per me e ripongo in Te tutta la mia speranza. Sono consapevole delle mie infedeltà e delle mie colpe, e domando umilmente il tuo perdono.

A te dono e consacro la mia persona e tutto ciò che mi appartiene, perché - come cosa doppiamente tua - Tu disponga di me come meglio credi per la maggior gloria di Dio.

Da parte mia prometto di accettare volentieri ogni tua disposizione e di regolare ogni mia azione secondo la tua volontà.      

Cuore divino di Gesù, vivi e regna sovrano in me e in tutti i cuori, nel tempo e nell'eternità. Amen.

 

O CUORE SANTISSIMO

O  Cuore santissimo di Gesù, che tanto ami beneficare i poveri e istruire chi brama far profitto alla scuola del tuo santo amore, m'inviti continuamente a essere, come Te, dolce e umile di cuore. Fa' che mi persuada che per guadagnare la tua amicizia e per diventare tua vera discepola, non posso fare nulla di meglio che cercare di essere veramente dolce e umile.

Concedimi dunque quella vera umiltà che mi tenga sottomessa a tutti, che mi faccia sopportare in silenzio le piccole umiliazioni, anzi che me le faccia accettare di buona voglia, con serenità, senza scuse, senza lamenti, considerando che ne merito assai di più e di maggiori.

O  Gesù, permettimi di entrare nel tuo Cuore come in una scuola. Che in questa scuola io impari la scienza dei santi, la scienza del puro amore. O Maestro buono, che io ascolti con attenzione la tua voce che mi dice: imparate da me che sono dolce e umile di cuore e troverete la vera quiete dell'anima.  (S. Margherita M. Alacoque)

PREGHIERA AL SACRO CUORE DI GESU'

O Cuore dolcissimo di Gesù, il più santo, il più tenero, il più amabile e buono di tutti i cuo-ri! O Cuore vittima di amore, eterno piacere dell'Empireo, conforto del misero mortale e speranza ultima degli esuli figli di Eva: ascolta, benevol-mente, le nostre suppliche e arrivino a Te i nostri gemiti e clamori. Nel Tuo amoroso seno, tenero e affettuoso, ci raccogliamo nella presente necessità, come si raccoglie fi-ducioso il bambino in braccio alla sua cara mamma, per-suasi che dobbiamo credere in Te per quanto necessitia-mo nel presente; perché il Tuo amore e la tua tenerezza verso di noi eccedono incomparabilmente quelli che han-no avuto e avranno tutte le madri messe insieme verso i loro figli.

RicordaTi, o Cuore tra tutti il più fedele e generoso, delle magnifiche e consolatrici promesse che hai fatto a Santa Margherita Maria Alacoque, di concedere, con mano larga e generosa, speciali aiuti e favori a quanti ri-corrono a Te, vero tesoro di grazie e misericordia. Le tue parole, Signore, devono essere compiute: si muove-ranno piuttosto il Cielo e la Terra che Le tue promes-se smettano di realizzarsi. Per questo, con la fiducia che può ispirare un padre al suo amatissimo figlio, ci pro-sterniamo davanti a Te, e con gli occhi fissi su di Te, o amante e compassionevole Cuore, umilmente Ti chie-diamo di accedere propizio alla preghiera che Ti fanno questi figli della dolce Madre.

Presenta, o amabilissimo Redentore, al Tuo Eterno Padre le ferite e le piaghe che nel Tuo corpo sacratissimo hai ricevuto, particolarmente quella del costato, e le no-stre suppliche saranno ascoltate, i nostri desideri soddi-sfatti. Se lo vorrai, dì soltanto una parola, o Cuore On-nipotente, e subito sperimenteremo gli effetti della Tua virtù infinita, perché al Tuo comando e volontà si assog-gettano e obbediscono il Cielo, la terra e gli abissi. Non servano da ostacolo i nostri peccati e le ingiurie con cui Ti offendiamo, affinché tu smetta di compatire coloro che inveiscono contro di Te; anzi, dimenticando la nostra ingratitudine e perfidia, spargi con abbondanza sulle no-stre anime gli inesauribili tesori di grazia e misericordia che nel Tuo Cuore si chiudono, affinché, dopo esserTi servito fedelmente in questa vita, possiamo entrare nel-le dimore eterne della gloria, per cantar, senza sosta, Le tue misericordie, o amante Cuore, degno di sommo ono-re e gloria, per tutti i secoli dei secoli. Amen. (Mannà do Cristào, San Paolo: Of. Grafica dell' Ave Maria, 1923, pagg. 181-183).