PREGHIERE A SAN GIUSEPPE 

PER IL 19 DI OGNI MESE 

CONSACRAZIONE A SAN GIUSEPPE PER UNA BUONA MORTE

 

Potente Protettore e amato Padre mio San Giuseppe, Sposo della Regina degli Angeli, Maria Santissima, Madre di Dio e Signora nostra, padre verginale di Gesù, e speciale Protettore e avvocato dei peccatori agonizzanti, io, miserabile peccatore, confidando nella tua amo-rosa pietà, con il desiderio di amarti e servirti al cospetto di Gesù, mio dolce Redentore, di Maria Santissima, tua sposa e alla presenza di tutta la corte celeste, ti eleggo in questo gior-no per mio speciale Protettore, avvo-cato e difensore, per tutte le azioni della mia vita e l'agonia della mia morte e da oggi per sempre mi con-sacro come servo, schiavo, figlio e tuo devoto, e come tale mi consegno a Te in tutti i modi possibili con una perfetta donazione.

E Tu, sovrano Patriarca, usa con me misericordia nell'ora tremenda e nell'agonia della mia morte. E quan-do mi mancheranno le forze, e la mia lingua non potrà invocarti, quando i miei occhi non vedranno più la luce e avrò perso il senso dell'udito, e non potrò ricevere favori umani, ricordati, o Padre mio, delle suppli-che che ora presento davanti alla tua compassionevole pietà e tenerissima misericordia, proteggimi in quell'ul-timo giorno e in quel momento di estrema necessità, perché aiutato dal tuo patrocinio, io muoia nella grazia del Signore, libero da tutti i miei nemici e collocato tra i beati di Dio, che spero di lodare per tutta l'eter-nità in tua compagnia. Amen.

 

Supplica alla SS. Trinità

 

O Eterno Padre, per l'amore che porti a San Giuseppe, scelto da Te fra tutti per rappresentarti sulla terra, abbi pietà di noi e dei poveri agoniz-zanti.

Padre nostro-Ave Maria-Gloria

 

O Eterno Figlio di Dio, per l'amore che porti a San Giuseppe, tuo fedele custode sulla terra, abbi pietà di noi e dei poveri agonizzanti.

Padre nostro-Ave Maria-Gloria

 

O Spirito Santo, Eterno Dio, per l'amore che porti a San Giuseppe, che protesse con tanta sollecitudine la SS. Vergine Maria, abbi pietà di noi e dei poveri agonizzanti.

Padre nostro-Ave Maria-Gloria

 

PREGHIERA

O San Giuseppe, Padre verginale di Gesù, Sposo purissimo della Vergine Maria, prega per noi ora e sempre, perché combattendo debita-mente in vita, siamo per mezzo tuo coronati nell'ora della morte. Amen.

 

PER IL GIORNO DELLA FESTA DEL SANTO PATRIARCA (19 MARZO)

PREGHIERA

Ti onoriamo, o glorioso San Giuseppe! perché sei il Santo più ono-rato del cielo e della terra. Dio Padre ti onorò affidando alla tua custodia il suo Figlio Gesù e la sua Figlia Maria, i due tesori più amati del suo cuore. Dio Figlio ti onorò chiamandoti Padre, obbedendoti e affidando la sua vita e la sua cura nelle tue mani. Lo Spirito Santo ti onorò consegnan-doti la sua Sposa, la Vergine Maria, come tua sposa. Gesù e Maria, dopo averti onorato standoti sottomessi per trent'anni consecutivi, assistette-ro alla tua preziosa morte. La Chiesa ti onora istituendo feste in tuo onore, chiamandoti Patrono della Chiesa Universale, assicurando che degno di sommi onori e lodi. I Santi e i fedeli, tutti ti invocano con perseveranza, con entusiasmo e amore sempre cre-scente, come Santo senza eguali, che soccorre in tutte le necessità, che difende in tutte le difficoltà, consola in tutte le tribolazioni, e protegge in tutte le disgrazie della vita, e in modo speciale, nell'ora della morte.

In dignità e grazia, in santità e glo-ria, non troveremo nessun altro Santo, dopo Maria, più onorato da Dio e dagli uomini che Te, glorioso Patriarca. Cosa non potresti ottenere, benedetto Santo, in favore dei tuoi devoti? Le tue suppliche hanno la forza di un comando con Gesù e Maria. Chi è come Te, che in cielo può chiamare Figlio il Re della gloria e Sposa Maria, Regina del cielo e della terra? Tutti speriamo e confi-diamo in Te, perché in vita possiamo conoscere, amare e servire Gesù, Maria e Te, e dopo la nostra morte godere in Vostra compagnia la mise-ricordia eterna dell'Altissimo. Amen.

 

CONSACRAZIONE DELLA FAMIGLIA AL GLORIOSO SAN GIUSEPPE

Glorioso San Giuseppe, guarda a noi prostrati alla tua presenza, con il cuore pieno di gioia perché ci anno-veriamo, sebbene indegni, nel nume-ro dei tuoi devoti. Desideriamo oggi in un modo speciale, mostrarti la gratitudine che riempie le nostre anime per i favori e le grazie così segnalate che continuamente ricevia-mo da Te.

Grazie, amato San Giuseppe, per i così immensi benefici che ci hai dispensato e costantemente ci dispen-si. Grazie per tutto il bene ricevuto e per la soddisfazione di questo giorno felice, poiché io sono il padre (o..madre--figlio-a) di questa famiglia che desi-dera essere consacrata a Te in modo particolare. Occupati, o glorioso Patriarca, di tutte le nostre necessità e delle responsabilità della famiglia.

Tutto, assolutamente tutto, noi affi-diamo a Te. Animati dalle tantissime attenzioni ricevute, e pensando a quello che diceva la nostra Madre Santa Teresa di Gesù, che sempre mentre visse le ottenesti la grazia che in questo giorno ti supplicava, noi osiamo fiduciosamente pregarti, di trasformare i nostri cuori in vulcani ardenti di vero amore. Che tutto quanto ad essi si avvicina, o con essi in qualche modo si relaziona, riman-ga infiammato da questo rogo immenso che è il Cuore Divino di Gesù. Ottienici la grazia immensa di vivere e morire d'amore.

Donaci la purezza, l'umiltà del cuore e la castità del corpo. Infine, Tu che conosci meglio di noi stessi le nostre necessità e le nostre responsa-bilità, occupati di esse e accoglile sotto il tuo patrocinio.

Aumenta il nostro amore e la nostra devozione alla Santissima Vergine e conducici per mezzo di Lei a Gesù, perché così avanziamo sicuri per il cammino che ci porta alla feli-ce eternità. Amen.

 

CONSACRAZIONE AI CUORI DI GESù, MARIA E GIUSEPPE

Cuori dolcissimi di Gesù, Maria e Giuseppe, quanto mi avete amato! In questo momento vi consacro inte-ramente e per sempre il mio cuore con tutti i suoi desideri, affetti, pro-getti e decisioni. Vi dono tutto il mio cuore.

Vi rendo signori e padroni di tutto ciò che io sono e possiedo: il mio corpo, la mia anima, le mie facoltà e i miei sensi, la mia vita e tutto il mio essere, le mie pene e le mie miserie, le mie fatiche e le mie sofferenze.

Vostri sono il mio intelletto e la mia volontà, i miei occhi, le mie orecchie, la mia lingua, il mio cuore. Accettate la mia offerta e non permettete che mi separi da voi. Sia il mio cuore tutt'uno con il vostro. Aiutatemi, protegge-temi e difendetemi come cosa e pro-prietà vostra. Gesù, Giuseppe e Maria, vi dono il cuore e l'anima mia.

 

AVE A SAN GIUSEPPE

Ave, o Giuseppe, Uomo giusto,

Sposo verginale di Maria,

e Padre verginale di Gesù;

Tu sei benedetto fra gli uomini,

e benedetto è il Figlio di Dio

che a te fu affidato: Gesù.

San Giuseppe,

Padre della grande famiglia dei figli di Dio,

prega per noi peccatori adesso

e nell'ora della nostra morte. Amen.

 

A TE, O BEATO GIUSEPPE

A Te, o beato Giuseppe, stretti dalla tribolazione ricorriamo, e fidu-ciosi invochiamo il Tuo patrocinio insieme a quello della Tua Santissima Sposa. Per quel sacro vincolo di carità, che Ti strinse all'Immacolata Vergine Maria Madre di Dio, e per l'amore paterno che portasti al fan-ciullo Gesù, riguarda, Te ne preghia-mo, con occhio benigno, la cara ere-dità che Gesù Cristo acquistò con il suo Sangue, e con il Tuo potere ed aiuto, soccorri ai nostri bisogni. Proteggi, o provvido Custode della divina Famiglia, l'eletta prole di Gesù Cristo; allontana da noi, o Padre amantissimo, la peste di errori e di vizi che ammorba il mondo; assistici propizio dal Cielo in questa lotta con il potere delle tenebre, o nostro fortissimo Protettore; e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del Bambino Gesù, così ora difendi la Santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità. Estendi sopra ciascuno di noi il Tuo continuo patrocinio, affin-ché con il Tuo esempio, e con il Tuo soccorso, possiamo virtuosamente vivere, piamente morire, e consegui-re l'eterna beatitudine in Cielo. Amen.

(Indulgenza parziale, Leone XIII)

 

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE PER LE RELIGIOSE

O grande Maestro della vita spiri-tuale e modello di perfezione, glorio-so San Giuseppe, eccomi qui ai tuoi piedi per sceglierti in questo giorno come guida e maestro nel cammino spirituale. Fa' che il chiostro sia per me per la tua casa di Nazareth; le mie consorelle siano per me come furono per Te i membri della Sacra Famiglia; la mia vita comune sia come la tua, le mie preghiere come quelle che Tu elevavi al cielo, il mio riposo come il tuo, e il mio lavoro laborioso come il tuo.

Fa' che le sacre immagini che adornano la nostra casa mi ricordino la presenza di Gesù e di Maria, che contemplavi continuamente; e che l'incontro con i miei fratelli mi ricordi sempre l'amabile saluto che Tu ricevevi da Maria e da Gesù. Concedimi lo spirito della vita nascosta per poter vivere unita con Gesù così come Tu vivesti unito a Gesù e a Maria, nella solitaria casetta di Nazareth. Concedimi il dono del-l'unione con Dio e con la Sacra Famiglia per mezzo della preghiera, perché la mia anima possa elevarsi al mio Creatore, aborrendo tutte le vanità della terra. Concedimi il rac-coglimento interiore, santifica tutti gli affetti del mio cuore e liberami dai beni esteriori; fa' che abbia sem-pre presente l'immagine di Gesù, mio unico bene. Innamorami del silenzio, infondi nel mio cuore lo spi-rito della retta intenzione in tutte le mie opere, anche in quelle più indif-ferenti. Fa' che la povertà della tua casa sia il modello della mia, che la tua ammirabile obbedienza sia lo specchio nel quale mi debba guarda-re, e che il giglio della tua purezza sia il sostegno della mia castità.

Fa' che, a tua imitazione, la mia anima si conformi in tutto alla volontà di Dio, perché in questo modo, dopo averti imitato docilmen-te come Maestro in questa vita, possa benedirti come mio Protettore in cielo. Amen.

 

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE PER OTTENERE LA CASTITA'

O custode e padre dei vergini, San Giuseppe, alla cui fedele custo-dia fu affidato lo stesso Cristo Gesù e la Vergine delle Vergini, Maria; per questi due carissimi tesori, ti prego e ti scongiuro: fa' che io, da Te conser-vato immune da ogni peccato, possa

con mente incontaminata, purezza di cuore e illibatezza di corpo, servire sempre castissimamente Gesù e Maria. Amen.

 

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE PER GLI EMIGRANTI

Glorioso Patriarca San Giuseppe, che in compagnia del Divino Gesù e della tua sposa Maria Santissima conoscesti le amarezze dell'emigra-zione nella tua fuga in Egitto, accom-pagna per le strade del mondo i nostri innumerevoli fratelli che, fuori dalla loro Patria, lottano per supera-re le difficoltà di una vita molte volte angustiosa ed eroica. Veglia sulla loro fede. Alimenta la loro speranza. Conservali fermi nel loro amore a Dio. Benedici, con l'abbondanza di cui hanno bisogno, il merito della loro partenza e gli sforzi del loro lavoro. Rendi proficuo il sincero e semplice cammino della loro vita, per stringere fra tutti i popoli i vin-coli di una vera fraternità cristiana.

Fa' che incontrino cuori generosi che li aiutino. Fa' che siano graditi a coloro che li accolgono e fedeli a chi li piansero alla loro partenza. E ottie-nici, o Giuseppe, il premio di una pace fondata sulla giustizia sociale cristiana, e la gioia di una Patria eter-na condivisa da tutti, nell'abbraccio del Padre che è nei cieli. Amen.

 

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE ARTIGIANO (Composta da Pio XII)

O glorioso Patriarca San Giuseppe, umile e giusto artigiano di Nazareth, che hai dato a tutti i cristiani, ma specialmente a noi, l'esempio di una vita perfetta nel lavoro assiduo e nel-l'ammirabile unione con Maria e con Gesù, assistici nella nostra fatica quotidiana, affinché anche noi, arti-giani cattolici, possiamo incontrare in essa il mezzo efficace di glorificare il Signore, di santificarci e di essere utili alla società in cui viviamo, idea-le supremo di tutte le nostre azioni.

Ottienici dal Signore, o nostro pro-tettore amatissimo, l'umiltà e la sem-plicità di cuore; l'amore al lavoro e a coloro che sono in esso nostri com-pagni; la conformità ai disegni divini nei travagli inevitabili di questa vita e la gioia per sopportarli; la coscien-za delle nostre responsabilità; lo spi-rito di disciplina e di preghiera; la docilità e il rispetto verso i superiori; la fraternità verso i nostri pari; la carità ed l'indulgenza con i dipen-denti. Accompagnaci nei momenti prosperi, quando tutto ci invita a gustare onestamente i frutti delle nostre fatiche; ma sostienici nelle ore tristi, quando sembra che il cielo si chiuda sopra di noi e che perfino gli strumenti del lavoro si ribellino nelle nostre mani.

Fa' che, a tua imitazione, teniamo fissi gli occhi nella nostra Madre Maria, tua sposa dolcissima, che in un cantuccio della tua modesta bot-tega filava silenziosa, abbozzando sulle sue labbra il più soave sorriso, e che non allontaniamo mai lo sguardo da Gesù, che si affannava con Te sul tuo banco di carpentiere, affinché possiamo condurre sulla terra una vita pacifica e santa, preludio di quella eternamente felice che speria-mo in cielo per tutti i secoli dei seco-li. Amen.

(3 anni di indulgenza, Pio XII, 11 marzo 1958)

 

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE PER GLI AGONIZZANTI

O San Giuseppe benedetto, che nel momento della tua agonia avesti la sorte di essere assistito dal Sommo Sacerdote, Gesù Cristo, e dalla Regina della misericordia, Maria Santissima! Tu che conosci l'impor-tanza di questo temibile momento nel quale si passa dal tempo all'eter-nità, abbi compassione e muoviti a pietà dei poveri moribondi, che sono

sul punto di comparire davanti al tri-bunale divino. Proteggili, o efficace avvocato della buona morte! Per tua intercessione siano illuminati e mossi da sentimenti di amore di Dio e dolore delle loro colpe; e in modo particolare aiuta coloro che non hanno un sacerdote che li assista e coloro che muoiono improvvisamen-te, affinché grazie al tuo generoso aiuto, abbiano la gioia di mostrarti eternamente la loro generosità in cielo. Amen.

 

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE PER LE ANIME DEL PURGATORIO

San Giuseppe glorioso, così beni-gno e compassionevole con tutti coloro che soffrono, guarda con affetto e soccorri con generosità le anime bendette del Purgatorio, parti-colarmente quelle dei miei parenti, amici e conoscenti, e quelle persone per le quali sono più obbligato a pre-gare. Tutte queste anime apparten-gono al numero degli eletti: sono anime predilette di Gesù e di Maria, che desiderano vederli quanto prima in cielo.

Oh, per pietà, mio Santo, non abbandonarle! Non volgere le spalle alle loro disgrazie! Esse, per caso, non amano svisceratamente di essere più amate dal tuo cuore?

Per caso non desiderano accompa-gnarti nel concerto di lodi che dirigi all'Altissimo con i beati? Sì, esse meri-tano la tua protezione e i tuoi favori. E poiché il tuo potere ottiene di soc-correrle, discendi, o benedetto San Giuseppe, nel luogo dei loro suppli-zi; consolali, allietali, fortificali, rompi e spezza le loro catene, e con-ducili in trionfo in Paradiso, dove possano lodare Dio per tutti i secoli dei secoli. Amen.

 

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE PER AVERE UN FIGLIO

O San Giuseppe, uomo semplice, puro e paziente, generoso e miracoloso, uomo di lavoro e di sacrificio, di fede e di fer-vente attesa, Tu che hai creduto che Maria Tua Sposa non era incinta per opera d'uo-mo, e hai visto con i Tuoi occhi che Maria era Santissima, e rimase incinta per opera dello Spirito Santo, infatti diede alla luce Gesù, Figlio di Dio, abbi pietà di noi che ci consacriamo a Te. Tu consacraci a Lei, e insieme fate in modo che nel grembo di questa sposa na-sca quel fiore che potremo chiamare figlio di Dio, e che ci darà la forza di continuar a seminare per la Sua gloria. Amem. (Madre Provvidenza)

 

PREGHIERA DEGLI SPOSI A SAN GIUSEPPE LAVORATORE

O beato Giuseppe, grande la-voratore, abbi pietà di me, povero peccatore.

O grande Maestro di spirito, insegnami la via del Cielo, e fa che sul mio lavoro sia mite e generoso, umile e temprato nel mio carattere, di buon esempio ai miei compagni, retto nei miei costumi, affinché non debba scandalizzare nessuno di quelli che mi stanno vicino.

Ti prego, caro San Giuseppe, che io sia forte ogni giorno, e accetti,

come sacrificio, in sconto dei miei peccati, il mio lavoro fatto con one-stà, senza mai inquietarmi, scorag-giarmi e mancare di fede.

Prega per me e per la mia fami-glia. Tu che accettasti con amore la Tua diletta Sposa, che per opera del-lo Spirito Santo doveva dare alla luce il Figlio Gesù, fa che anch'io accetti nella mia sposa (o nel mio sposo), quello che mi dà maggior sofferenza, dimenticando anche i suoi errori, e ricordando i miei.

Fa che, a Tuo esempio, sappia ben educare i miei figli, come Tu e-ducasti il Bimbo Gesù, affinché la nostra Famiglia cammini al Tuo sguardo, e siamo da Te protetti in vi-ta e in morte. Beato Giuseppe, grande lavorato-re, abbi pietà di me, povero peccato-re, e di tutta la mia famiglia. Amen. (Madre Provvidenza)

 

INVOCAZIONI

O eccelso sposo di Maria e padre davidico di Gesù, per il tesoro della tua perfettissima obbe-dienza a Dio, abbi pietà di me

Per la tua vita piena di meriti, esaudiscimi

Per il tuo potentissimo nome, aiutami

Per il tuo clementissimo cuore, usami bontà

Per le tue sante lacrime, abbi pietà delle lacrime mie

Per i tuoi dolori, abbi pietà della mia sofferenza

Per le tue gioie, consola il mio cuore

San Giuseppe, ascoltami

San Giuseppe, esaudiscimi

San Giuseppe, abbi pietà di me

Da ogni male dell'anima e del corpo liberami

Da ogni pericolo e disgrazia salvami

Soccorrimi con la tua santa protezione e, nella tua misericordia, ottienimi dal Signore quello che mi è necessario e, particolarmente, la grazia di cui ho bisogno.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre,

Litanie a San Giuseppe.

 

Nelle tue mani

Nelle tue mani, o Giuseppe, abbandono le mie povere mani;

alle tue dita intreccio, pregando, le mie fragili dita.

Tu, che nutristi il Signore col quotidiano lavoro,

dona il pane ad ogni mensa e la pace che vale un tesoro.

Tu, protettore celeste di ieri, oggi e domani,

lancia un ponte d'amore che unisca i fratelli lontani.

E quando, ubbidiente all'invito, ti tenderò la mia mano,

accogli il mio cuore contrito e portalo a Dio piano piano.

Allora sebben le mie mani sian vuote, sian stanche e pesanti,

guardando le tue dirai: «Così son le mani dei santi!».

 

Ci rivolgiamo a te

Ci rivolgiamo in questo giorno a te, Giuseppe di Nazareth, con una preghiera che non è volta ad impetrare speciali grazie o particolari favori, ma è mossa dal desiderio di apprendere dal tuo esempio come aprirci meglio all'azione della gra-zia divina, affinché tutta la nostra vita ne risul-ti permeata.

Vogliamo oggi eleggerti a modello della nostra condotta.

Come te attenti nell'ascolto della parola di Dio, solerti nel ricercare la sua volontà, pronti nell'assecondarla e nell'abbandonarci ad essa.

Vogliamo che là, ove si svolge la nostra vita, in famiglia o in comunità, a scuola o sul posto di lavoro, nella Chiesa e nella società, sappiamo, imitandoti, interesse rapporti basati sulla fidu-cia e la stima reciproche, sulla sincerità, la sem-plicità, la purezza d'intenzioni, sulla forza che viene da Dio e sulla tenerezza, sul coraggio e sulla perseveranza. Vogliamo come te, accanto a Maria, amare e far amare Gesù, quello stesso Gesù che ancora oggi e per sempre è presente tra gli uomini, sotto le specie del pane e del vino nell'Eucaristia e sotto le sembianze di tutti i pic-coli, i poveri e i sofferenti della terra.

Sapremo così preparare un terreno dove il se-me della fede possa con facilità germogliare, aprire il cuore degli uomini alla speranza, vive-re e insegnare a vivere, donandoci gratuitamen-te agli altri, nella dimensione gioiosa della ca-rità. Saremo così, come te, nel silenzio e nel na-scondimento, instancabili operai del regno di Dio. Così sia.

 

S. Giuseppe, custode di Gesù

O san Giuseppe, custode di Gesù, sposo castis-simo di Maria, che hai trascorso la vita nell'a-dempimento perfetto del dovere, sostentando col lavoro delle mani la sacra Famiglia di Nazareth, proteggi propizio coloro che, fidenti, a te si rivol-gono! Tu conosci le loro aspirazioni, le loro angu-stie, le loro speranze, ed essi a te ricorrono, per-ché sanno di trovare in te chi li capisce e proteg-ge. Anche tu hai sperimentato la prova, la fati-ca, la stanchezza; ma, pure in mezzo alle preoc-cupazioni della vita materiale, il tuo animo, ri-colmo della più profonda pace, esultò di gioia inenarrabile per l'intimità col Figlio di Dio, a te affidato, e con Maria, sua dolcissima madre.

Comprendano i tuoi protetti che essi non sono soli nel loro lavoro, ma sappiano scoprire Gesù accanto a sé, accoglierlo con la grazia e custo-dirlo fedelmente, come tu hai fatto. E ottieni che in ogni famiglia, in ogni officina, in ogni la-boratorio, ovunque un cristiano lavora, tutto sia santificato nella carità, nella pazienza, nel-la giustizia, nella ricerca del ben fare, affinché abbondanti discendano i doni della celeste pre-dilezione. Giovanni XXIII

 

A te, o beato Giuseppe

A te, o beato Giuseppe, ricorriamo implorando fiduciosi la tua protezione dopo quella della tua santissima Sposa. Per il santo affetto che ti strinse all'Immacolata Vergine e Madre di Dio e per l'amore paterno che portasti al fanciullo Ge-sù, guarda con amore alla cara eredità che Gesù Cristo acquistò con il suo sangue e col tuo potere ed aiuto provvedi ai nostri bisogni.

Proteggi, o Custode della divina Famiglia, l'intera umanità. Allontana da noi, o padre pie-no d'amore, questa peste di errori e di vizi che avvelena il mondo.

Assistici propizio in questa lotta con il potere delle tenebre, o nostro fortissimo Protettore. E, come un tempo scampasti dalla morte la vita mi-nacciata del fanciullo Gesù, così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle insidie del maligno e da ogni avversità.

Stendi su ciascuno di noi la tua protezione, affinché sul tuo esempio e con il tuo soccorso possiamo vivere virtuosamente, santamente morire e conseguire l'eterna beatitudine in cie-lo. Amen!

 

Carissimo san Giuseppe

Carissimo S. Giuseppe, tenero padre e soavis-simo sposo, tu che in vita hai custodito e protet-to la tua Sacra Famiglia con tanta serenità e amore, ti preghiamo: proteggi anche noi che fi-duciosi ci rivolgiamo a te.

Quante difficoltà dobbiamo superare, quante tentazioni dobbiamo combattere per mantenere il cuore puro e la mente limpida: Dio ci vuole co-sì per poterci premiare e chiamare suoi figlioli; a noi regalerà tutte le meraviglie dell'universo.

Ecco, o amatissimo S. Giuseppe, oggi noi ti chiediamo la tua particolare protezione sia nei bisogni materiali che nelle necessità spirituali.

Aiutaci nel lavoro: fa' che dei nostri guadagni siano sempre resi partecipi anche i fratelli più poveri; l'avarizia uccide infatti l'amore e ci al-lontana da Dio.

Aiutaci nella preghiera: rendila santa, confor-me al volere della tua Sacra Famiglia.

Aiuta i malati per cui noi. ti preghiamo: fa' che si accettino con umiltà i disegni imperscrutabili di Dio; dal Padre siamo arrivati, al Padre ritorniamo. Infondi in noi la soave speranza e la stu-penda certezza che un giorno ci ritroveremo tut-ti a vivere nel regno di Cristo.

Tu che sei il terrore dei demòni, veglia sempre su di noi: salvaci da pericoli e sciagure; assistici ogni istante, affinché possiamo proclamare ogni giorno la gloria di Dio. Pater - Ave - Gloria