DIO VUOLE DARTI IL DONO PIÙ GRANDE CHE HA: LA SUA DIVINA VOLONTÀ! PER CONOSCERLA E POTERLA VIVERE, ISCRIVITI AL GRUPPO SU FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/300976603570798/

LA DIVINA VOLONTA

Carissimi, verranno fatte celebrare 200 (duecento) SANTE MESSE: "Per Isabel e tutti i suoi cari; per Patrizia e tutti i suoi cari; per tutti quelli che pregano per lei; per tutte le anime del Purgatorio". 2  ogni giorno: ore  6:00  cappella   delle suore Benedettine  e ore 6:15 , cappella suore Orsoline  di Somasca, in SANTO ANDRE´ (Brasile) - dal 24 ottobre, novembre, dicembre 2013  fino  al 31 gennaio 2014 .

Ne usufruiranno SOLO coloro che pregheranno per la piccola ISABEL. 

Nella Divina Volontà

pino

24-10-2013

***********************************************************************

NOVENA ALLA MADONNA DI 54 ROSARI X  LA PICCOLA ISABEL e tutti i bambini ammalati del mondo 

GRAZIE a tutti coloro che hanno pregato, pregano e pregheranno per la piccola Isabel e tutti i bimbi ammalati del mondo: Dio vi dia merito! Continuiamo a pregare il Santo Rosario, ogni giorno, alla Maddona: unica medicina per tenere in vita Isabel! A nessuno di coloro che prega per Isabel, mancherannno le sante Messe del Gruppo "Discepoli di Gesù e Maria". 

Carissimi, prima di ogni cosa, giunga a tutti voi, che avete pregato e che, sono sicuro continuerete a pregare ancora per la piccola Isabel e  per tutti gli altri bambini ammalati, un senntitissimo “grazie” proveniente dal più profondo, dove abita Gesù, del mio cuore!… Ritengo, oramai, essere doveroso continuare con la preghiera, affinché la Madonna, interceda presso il Padre per la guarigione, se è Sua Volontà. Lei, la Mamma celetse dice: “…continuare con il S. Rosario, ma la situazione di questa figlia è molto grave. Di non perdere la speranza, perché il Signore è buono e misericordioso!” Pertanto, proporrei ancora di rifare i 54 Rosari alla Madonna, ad iniziare dal 9 o 10 aprile. Altre 54 Sanrte Messe, verranno fatte celebrare per tutti coloro che si uniranno in preghiera. La nostra Mamma del Cielo, protegga e benedica tutti pino 6-4-2012

Carissimi tutti, spero stiate... come il Signore desidera. E' dallo scorso anno che abbiamo incominciato a pregare per la guarigione della piccola Isabel, Diletta, Mattia e, congiutamente, per tutti i bambini ammalati del mondo. Diletta, ha avuto miracoli e sta bene, Mattia, non si sa niente e Isabel... leggerete più avanti... Siamo giunti al 14° Sabato, di 15, lo espleteremo questo sabato 11-2-'12 alla Madonna di Pompei per chiedere la grazia, il Miracolo... qualcosina è riuscita a "strappare" a Colui che tutto ha e tutto puo' ma non basta, la bambina, noi, chiediamo con umiltà e fiducia, deve essere guarita del tutto! Pertanto continueremo a pregare fino a quando il Signore (secondo la Sua Volontà) abbia fatto Miracolo! Seguirà la lettera che Pietro, nonno della piccola, ci ha inviato, per fare il punto della situazione... Intanto, ho pensato di iniziare giorno 11 febbraio FESTA dell'Inmmacolata Concezione di Lourdes, sotto il patrocinio, il Manto e l'ausilio della Mamma Immacolatata, una Novena di Rosari a Lei dedicati, da parte di tutti noi, da parte di tutti i figli suoi e di Dio, da parte di chi ama la vita, la gioia: Dio! E' semplice potervi aderire, sono 54 Rosari uno ogni giorno, come leggerete di seguito. Ovviamente possiamo recitarlo tutto completo ogni giorno.  Potete lasciare il vostro nominativo qui:  richiestedipreghiere@preghiereagesuemaria.it  A tutti coloro che parteciperanno a questa NOVENA, verranno fatte celebrare 54 Sante Messe anche per i propri cari defunti a partire da domenica 12 febbraio 2012. Possiamo iniziare anche il giorno, dopo, il giorno successivo, quello prima, non dobbiamo mai mancare, nessun giorno di recitarlo. (Per recitare un solo Mistero del Santo Rosario, ci si mette 10 o 15 minuti al massimo!...) Prendiamoci, TUTTI, per mano, e strimgiamoci attorno alla Mamma, come fanno i pulcini appena nati, attorno alla chioccia, per chiedere, implorare, supplicare aiuto, guarigione e misericordia, per i meriti Infiniti di Gesù Cristo! Pensate che la piccolina potrebbe essere: tua figlia, tua sorella, tua cuginetta, una tua qualsiasi parente, una tua amichetta...te stesso!!...  e poi proviamo a pensare se saremo capaci di... non pregare per lei!... Intessiamo questo dolcissimo dialogo con la Mamma Celeste, parliamo con le Ave Maria, le labbra e la mente parlano e il cuore si dilata, gioisce, sussulta, vive, fa miracoli!... Ti ricordiamo Dolcissima e Amorosissima Mamma che a una veggente di Medjugorje hai detto: "Se sapeste quanto vi amo, ne morireste"! - Mamma, ne voglio morire! pino   PS.: Rimango, come sempre, a disposizione per qualsiasi  chiarimento in merito. 

(…) ho trascorso tutta la serata, come le altre, insieme con Isabel, in questo periodo la vedo su Skipe, come sai lei vive in Germania. Oggi ha dormito più del solito e stasera siamo potuti stare un pò di più insieme; ad una certa ora bisogna prepararla per la notte, si devono sistemare i vari supporti , costosissimi, e l'operazione non è per niente facile, richiede del tempo e competenza. Nella sua posizione supina ha giocato, ha sfogliato i suoi libri insieme al  papà, mi ha fatto ciao e  mentre io le dicevo bella, brava, lei mi ripeteva be, ba. Isabel è una bambina  bellissima, occhi azzurri, capelli chiari ed è tanto paziente, sopporta tutto, nei pochi mesi di vita ha già sofferto tantissimo.  Sapessi che tormento veder soffrire i bambini! Chiunque la vede dice che non sembra una bambina ammalata di SMA, saranno le tante preghiere di tutti voi. (Grazie!) Viene assistita quotidianamente da tre infermiere ma la cura più amorevole  gliela riservano il papà e la mamma. La mamma è sempre accanto a lei, non la lascia un attimo anche perchè  è stata addestrata dai medici e sa come intervenire in caso di emergenza, il papà ha per lei un amore smisurato e tutto il suo tempo libero dal lavoro glielo dedica. Vive questo brutto evento con malinconia ma con serena accettazione, non vede l'ora di tornare a casa per godersi il suo piccolo tesoro e sentire la sua vocina, si accorge subito del suo arrivo e sussurra - Papà. Lui ha un lavoro molto impegnativo, (…) di grande responsabilità con frequenti traferte in tutto il mondo e temo tanto per la sua salute, la malattia di Isabel ha completamente sconvolto la sua vita e avrei tanto bisogno di preghiere anche per lui. (…) Per me è una sofferenza parlare di Isabel, quando sono su skype con lei e i suoi genitori  faccio sempre tanta fatica; parlo, gioco e fingo un'apparente tranquillità, ma sapessi quante lacrime! E quando poi sono vicino  le cose peggiorano ancora. Da quando abbiamo abbandonato la terapia Voyta, un'autentica TORTURA, la bambina è più tranquilla,è vero che forse  è più debole nella muscolatura ma è migliorata nella respirazione, questo nelle sue condizioni è l'aspetto più importante.

   La SMA di Isabel è una forma tra le peggiori, SMA1, una malattia che non lascia scampo e anche quando tutto sembra tranquillo, tutto può precipitare all'improvviso ed allora bisogna essere sempre preparati al peggio.

    Il miracolo, si il miracolo è quello che ci vuole, non esistono altre cure per questa malattia. Io prego tanto, (…) per tutti  i bambini ammalati e tutto affido  alla volontà di Dio. Pietro

Lettera di Pietro (nonno) sulla piccola Isabel: 

    Isabel è appena rientrata da Milano, dalla clinica Mangiagalli, dove hanno messo a punto alcuni supporti che l'aiuteranno  a renderle meno grave, speriamo, la sua piccola esistenza; sono supporti per le gambine, per la schiena e per il collo  in quanto lei dovrà stare prevalentemente sdraiata. Dovrà tornare ancora nei prossimi giorni per avviare un programma di ginnastica dolce per aiutarla nella respirazione; la Voyta è terribile, distruttiva, violenta e nel suo caso non porta da nessuna parte. Abbiamo pensato di sospenderla per non farla soffrire inutilmente, lei che già ha tanti problemi. Ti ringrazio dal profondo del cuore ma il compito che mi hai assegnato è difficile, molto difficile. Non so, non riesco a capire, a volte durante la preghiera mi giungono dei segnali, delle sensazioni che mi fanno sperare, mi entusiasmano, mi danno fiducia ma il cuore piange caro Pino. Ecco, il fatto che Isabel è ancora con noi è già un miracolo ne sono certo, di solito i bambini affetti da SMA1 non superano il primo anno di vita. A Natale abbiamo temuto di perderla; respirazione scesa a  20 (quasi la morte), poi la presenza di spirito del papà , l'aiuto della Madonna e di un respiratore artificiale si è ripresa e da allora, anche se profondamente provata, non ha più avuto episodi acuti anche se bisogna intervenire  spesso meccanicamente per eliminare il ristagno di muco nelle vie respiratorie. Io sto pregando giorno e notte, Isabel ha tanto bisogno di preghiere, tante preghiere fatte col cuore. Preghiamo perchè la Madonna ci avvolga tutti nelle Sue braccia sante e benedette e in un afflato materno ci ottenga le grazie di cui abbiamo bisogno. E' Lei che sa tutto, io proprio nulla e perciò mi affido totalmente al Suo Cuore Immacolato. Dio sa quante belle notizie ti vorrei dare! Ma che dirti se non  - CONTINUIAMO A PREGARE, GESU' SA -.  Siamo molto provati, andiamo su e giù, Isabel come sai vive in Germania, ma abbiamo una grande fede, a Dio nulla è impossibile e fino a quando Isabel è con noi è sempre e comunque una grazia. E' una grazia impossibile quella che chiediamo a Gesù e Maria ma proprio perchè tale insistentemente bussiamo al Loro Cuore. Sai Pino, darei volentieri, anche in questo momento, la mia vita in cambio della salute di Isabel ma non ho alcun potere, accetto la volontà di Dio. Ti terrò informato in futuro, intanto ti ringrazio per quello che fai per Isabel e per tutti noi. Pietro.   

 

NOTIZIE DA ISABEL 11-3-2012

(…) ho trascorso tutta la serata, come le altre, insieme con Isabel, in questo periodo la vedo su Skipe, come sai lei vive in Germania. Oggi ha dormito più del solito e stasera siamo potuti stare un pò di più insieme; ad una certa ora bisogna prepararla per la notte, si devono sistemare i vari supporti , costosissimi, e l'operazione non è per niente facile, richiede del tempo e competenza. Nella sua posizione supina ha giocato, ha sfogliato i suoi libri insieme al  papà, mi ha fatto ciao e  mentre io le dicevo bella, brava, lei mi ripeteva be, ba. Isabel è una bambina  bellissima, occhi azzurri, capelli chiari ed è tanto paziente, sopporta tutto, nei pochi mesi di vita ha già sofferto tantissimo.  Sapessi che tormento veder soffrire i bambini! Chiunque la vede dice che non sembra una bambina ammalata di SMA, saranno le tante preghiere di tutti voi. (Grazie!) Viene assistita quotidianamente da tre infermiere ma la cura più amorevole  gliela riservano il papà e la mamma. La mamma è sempre accanto a lei, non la lascia un attimo anche perchè  è stata addestrata dai medici e sa come intervenire in caso di emergenza, il papà ha per lei un amore smisurato e tutto il suo tempo libero dal lavoro glielo dedica. Vive questo brutto evento con malinconia ma con serena accettazione, non vede l'ora di tornare a casa per godersi il suo piccolo tesoro e sentire la sua vocina, si accorge subito del suo arrivo e sussurra - Papà. Lui ha un lavoro molto impegnativo, (…) di grande responsabilità con frequenti traferte in tutto il mondo e temo tanto per la sua salute, la malattia di Isabel ha completamente sconvolto la sua vita e avrei tanto bisogno di preghiere anche per lui. (…) Per me è una sofferenza parlare di Isabel, quando sono su skype con lei e i suoi genitori  faccio sempre tanta fatica; parlo, gioco e fingo un'apparente tranquillità, ma sapessi quante lacrime! E quando poi sono vicino  le cose peggiorano ancora. Da quando abbiamo abbandonato la terapia Voyta, un'autentica TORTURA, la bambina è più tranquilla,è vero che forse  è più debole nella muscolatura ma è migliorata nella respirazione, questo nelle sue condizioni è l'aspetto più importante.

   La SMA di Isabel è una forma tra le peggiori, SMA1, una malattia che non lascia scampo e anche quando tutto sembra tranquillo, tutto può precipitare all'improvviso ed allora bisogna essere sempre preparati al peggio.

    Il miracolo, si il miracolo è quello che ci vuole, non esistono altre cure per questa malattia. Io prego tanto, (…) per tutti  i bambini ammalati e tutto affido  alla volontà di Dio. Pietro

NOVENA DEL ROSARIO DI 54 GIORNI ALLA MADONNA

La "Novena del Rosario di 54 giorni" è una ininterrotta serie di Rosari in onore della Madonna, rivelata all'incurabile malata Fortuna Agrelli dalla Madonna di Pompei a Napoli nel 1884. Da 13 mesi Fortuna Agrelli soffriva di terribili dolori, i più celebri medici non riuscivano a curarla. Il 16 febbraio 1884, la ragazza e i suoi parenti cominciarono una novena di Rosari. La Regina del Santo Rosario la premiò con una apparizione il 3 marzo. Maria, sedeva su un alto trono, sormontato da luminose figure, portava il Divin Figlio sul grembo e sulla mano un Rosario. La Madonna e il Santo Bambino erano accompagnati da San Domenico e Santa Caterina da Siena. Il trono era decorato da fiori, la bellezza della Madonna era meravigliosa.

La Santa Vergine disse: "Figlia, tu mi hai invocato con vari titoli e hai sempre ottenuto favori da me. Ora, poiché mi hai chiamato con il titolo così gradito a me, Regina del Santo Rosario, non posso più rifiutarti il favore che tu chiedi; perché questo nome è il più prezioso e caro per me. Fai tre novene, e tu otterrai tutto".

Un'altra volta la Regina del Santo Rosario le apparve e disse: "Chiunque desidera ottenere favori da me dovrebbe fare tre novene della preghiera del Rosario, e tre novene in ringrazia­mento". Padre Pio fece questa novena per tutta la sua vita.

La novena consiste di una Corona del Rosario (5 decine del Rosario) ogni giorno per 27 giorni in supplica; terminati questi, si inizia per altri 27 giorni una Corona in ringraziamento, incu­rante se la richiesta è stata concessa. Le meditazioni variano da giorno a giorno. Il primo giorno della novena si meditano i miste­ri Gaudiosi; il secondo i Luminosi, il terzo i Dolorosi e il quarto i Gloriosi; poi, si ricomincia e così via per tutti i 54 giorni.

È una novena laboriosa, ma una novena di Amore. Tu che sei sincero non troverai troppa difficoltà, se desideri veramente otte­nere la tua richiesta. È facile se reciti le 4 Corone al giorno.

Chiedo umilmente una speciale preghiera per la guarigione della mia piccola nipotina Isabel di undici mesi, gravemente ammalata. Con gratitudine, ringrazio e porgo distinti saluti.  (…) Accolgo di cuore il tuo invito di affidarmi a Dio e ti assicuro che è quello che sto facendo insieme a tutti i miei cari.     Siamo una famiglia molto cattolica, da sempre ci siamo affidati alla volontà del Padre che non ci ha mai fatto mancare la Sua Provvidenza. Eravamo una famiglia felice fino a  quando, pochi mesi fa, una diagnosi senza speranza a carico della piccola Isabel ( SMA1)  ha posto fine ad un sogno.Il Signore mi ha già dato tante cose belle; il lavoro, una casa, due figli stupendi, laureati e con un buon lavoro, due nipotini e tanti sacrifici affrontati con gioia, con entusiasmo , nella ferma convinzione di dover raggiungere  una meta. Ho ringraziato quotidianamente il buon Dio per tutte le cose belle che mi ha dato. pregandolo di poterlo amare ogni giorno di più come piccolo segno di ringraziamento. -  Non darmi più nulla ,Signore, ti chiedo soltanto che i miei figli siano buoni, puri e santi, riempi il loro cuore delle tue grazie, guardali da tutti i mali e da tutti i pericoli, assistili del loro cammino di fede. Fa' che i miei nipotini possano crescere nell'amore, nell 'obbedienza, nelle santità, nella bontà, nella sapienza e nella buona salute- questa la mia preghiera per la famiglia. Dove ho sbagliato?   Qualcosa, purtroppo, è andata storta e di colpo la nostra vita è cambiata. Una diagnosi di SMA1 non dà scampo, caro Pino, ma al Signore nulla è impossibile, perciò confido nelle preghiere ; nella convinzione, anzi nella certezza, che arrivano al cuore del Padre che se può fare a meno di un angelo, non spegnerà gli occhi azzurri della nostra Isabel. Solo un miracolo, lnfattii, può salvare la nostra piccola perchè la ricerca è ancora impotente.

Carissimi, grazie a tutti coloro che hanno partecipato alla Novena a san Giuseppe Moscati per la piccolissima Isabel (11 mesi). Sono state fatte celebrare le 11 sante Messe, per voi, come da promessa e, verranno ripetute per altre 11 Sante Messe a tutti coloro che vi parteciperanno ancora: il Signore che conosce i cuori, darà la giusta ricompensa!… Non ci arrestiamo qui, continuiamo a pregare per ottenere da Dio la guarigione… Di seguito e da scaricare la Novena alla Madonna della Medaglia Miracolosa scarica che intercederà per la piccola. Iniziamo sabato 29 ottobre 2011, fiduciosi e speranzosi, in Colei che tutto ottiene dal Figlio di Dio, Gesù! Mamma Immacolata: abbiamo fiducia in Te! Forza Mamma…!!! pino

Carissimi,

ieri, domenica 6 novembre, abbiamo terminato di recitare la seconda Novena, per chiedere, la guarigione della nostra piccola Isabel. Il nonno Pietro, ha testimoniato, a maggior Gloria di Dio, che qualche lieve miglioramento vi è stato… continuiamo con la preghiera incessante, a chiedere alla Mamma della mamme: Maria SS la guarigione della piccola. Ovviamente la primissima intenzione nostra è questa, non è impossibile chiedere alla Mamma Celeste altre grazie per altri casi e altre esigenze… Proporrei di fare i Quindici Sabati, consecutivi, alla Madonna, come ha proposto il Beato Bartolo Longo: I miracoli, che leggeremo, ogni sabato ci sproneranno e ci daranno maggiore fiducia in Colei che il Figlio suo Gesù, nulla nega…! Vi invio, qualche e_mail “preparatoria” a fare codesta Devozione; sabato 12 novembre si inizierà. Estenderò, anche sul Sito, questa intenzione di preghiera… Di seguito quanto scrive Pietro, nonno della piccola: Pino carissimo, (...) Per il tuo tramite desidero ringraziare  tutte quelle persone che hanno pregato e che pregheranno per la piccola Isabel; anche se non le conosco so che sono miei fratelli e mie sorelle, io pregherò per tutti perchè il Signore conceda loro abbondanti grazie e una pace vera, autentica e duratura.

scarica i QUINDICI Sabati alla Madonna per le piccolissime ISABEL e DILETTA  

18-2-'12  scarica QUINDICESIMO sabato 

11-2-'12  scarica QUATTORDICESIMO sabato 

04-2-'12  scarica TREDICESIMO sabato

28-1-2'12  scarica DODICESIMO sabato

21-01-2012  scarica UNDICESIMO sabato

14-01-2012  scarica DECIMO sabato

07-01-2012 scarica NONO sabato

31-12-2011 scarica OTTAVO sabato  

24-12-2011 scarica SETTIMO sabato  

17-12-2011  scarica SESTO sabato   visualizza

10-12-2011  scarica QUARTO sabato   visualizza

03-12-2011  scarica QUARTO sabato  visualizza

26-11-2011  scarica TERZO sabato   visualizza

19-11-2011 scarica SECONDO  sabato  visualizza

12-11-2011   scarica PRIMO sabato di 15   visualizza

L'Atrofia Muscolare Spinale (SMA) è una malattia delle cellule nervose delle corna anteriori del midollo spinale da cui partono i nervi diretti ai muscoli, e che trasmettono i segnali motori (detti anche motoneuroni) Nella sua forma più comune, l'Atrofia muscolare spinale è una malattia autosomica recessiva, ovvero si manifesta solo se entrambi i genitori sono portatori del gene responsabile della malattia. Nel caso in cui entrambi i genitori siano portatori, la probabilità, per ogni concepimento, che il gene venga trasmesso da entrambi al nascituro rendendolo affetto da SMA è del 25%, cioè un caso su quattro. Esistono anche alcune forme estremamente rare di SMA che possono manifestarsi come forma mutante o autosomica dominante. Negli USA colpisce secondo vari studi da 1 su 6.000[1] a 1 su 20.000 neonati all'anno. L’atrofia muscolare spinale rappresenta il secondo disordine neuromuscolare più frequente in età pediatrica. L’incidenza complessiva di tutte le forme di SMA è attualmente stimata essere di 1/10000 nati vivi. La prevalenza delle forme di SMA tipo II e III è stimata essere compresa tra 40 casi/milione di bambini e 12 casi/milione nella popolazione generale. In Italia, tuttavia, esistono regioni dove la diffusione della malattia conosce punte massime e queste medie vengono totalmente stravolte. I pazienti richiedono spesso un approccio multidisciplinare a causa della complessità del quadro clinico. Tipo I Acuto (Grave) La SMA tipo I è anche chiamata Sindrome di Werdnig-Hoffman. La diagnosi dei bambini affetti da questo tipo viene generalmente fatta nei primi mesi di vita; può manifestarsi altresì una mancanza di movimenti fetali nei mesi finali di gravidanza (sma 0). La malattia è di tipo degenerativo e generalmente un bambino affetto dal tipo I (Werdnig-Hoffman) non è mai in grado di reggere autonomamente la testa o di compiere i normali progressi fisici e motori. La deglutizione e l'alimentazione possono essere difficoltose e il bambino può mostrare difficoltà a inghiottire la propria stessa saliva. C'è una debolezza generale nei muscoli respiratori intercostali e accessori (muscoli situati fra le costole). Il petto può apparire rimpicciolito, incavato o deformato in seguito alla respirazione diaframmatica (addominale). Anche nel caso in cui la diagnosi sia fatta entro i primi sei mesi di età, con un corretto supporto respiratorio e fisioterapico il decorso della malattia può differire significativamente a seconda del bambino.