LE LACRIME E I MESSAGGI DELLA MADONNA A GIAMPILIERI MARINA

INTRODUZIONE

A pochi chilometri da Messina si trova Giampilieri Marina. In casa della famiglia Micali Nino, famiglia semplice ed affabile, il 21 ottobre 1989 avviene un episodio che avrebbe successivamente cambiato radi­calmente la vita della stessa famiglia e di migliaia di persone.

Una sacra immagine del Santo Volto di Gesù comincia a lacrimare e si protrae per diversi mesi, richiamando l'attenzione di innumerevoli devoti e curiosi, anche della stampa, la quale si mostra subito interessata e partecipa con rispetto al fenomeno inizia­le della lacrimazione.

Migliaia di persone accorrono per vedere il Volto dell'Ecce Homo, e tra esse ci sono quelle che ricevo­no Grazie, altre che si convertono o guariscono da malattie. Episodi simili erano già avvenuti a Siracusa nel 1953, quando un quadretto del Cuore Immacolato di Maria lacrimò per quattro giorni e avvennero molti miracoli.

Inizialmente, la famiglia Micali è rimasta sorpresa e smarrita dinanzi a quell'afflusso di persone, non voleva minimamente dare maggiore pubblicità alla lacrimazione, e s'impegnò affinchè il tutto non venis­se diffuso, rifuggendo, appunto, da ogni desiderio di pubblicità ed interessi personali.

Le lacrime sono state subito analizzate e si conosce che sono lacrime umane.

La situazione assume un aspetto ancora più clamo­roso il 27 marzo del 1990, quando, in prossimità della Pasqua, le lacrime degli occhi del Santo Volto diventa­no di Sangue, ed escono dalle spine del Sacro Capo, dal naso e dalla bocca. Non solo, ma croci sanguigne di varie forme e dimensioni cominciano ad apparire dappertutto in una stanza. Ancora oggi una parete di quella stanza è piena di crocette di varie forme e dimensioni.

Anche il Sangue è stato immediatamente analizza­to, e anche qui è arrivata la conferma che si tratta di Sangue umano.

Da quel 21 ottobre 1989 ad oggi cosa è avvenuto in quella stanzetta, dove sono presenti statue ed immagi­ni di Gesù, la Madonna e Padre Pio che hanno innu­merevoli volte lacrimato e versato Sangue? Sono avvenute guarigioni visitando la stanza delle lacrima­zioni e rimanendo in amorosa e profonda preghiera.

Altra grande emozione per tutti i visitatori è data dal cotone, in cui misteriosamente appaiono crocette di Sangue, Volti di Sangue e questo Sangue emana un profumo intenso e sorprendente, in quanto non si rie­sce a dare un nome, perché è più gradevole dei miglio­ri profumi che si conoscono.

La particolarità è, appunto, la bambagia profumata, che misteriosamente emette un profumo di rose o altra essenza non paragonabile al miglior profumo della terra. Tantissimi fedeli hanno visto coi propri occhi apparire sulla bambagia appoggiata sul tavolo scritte o macchie di Sangue molto profumato, che si mantiene inspiegabilmente inalterato per anni.

Per chi volesse approfondire maggiormente i mira­coli avvenuti in quella stanzetta di casa Micali, può consultare le persone che sono state miracolate lì. Basta chiedere gli indirizzi e si potranno facilmente contattare.

Le conversioni avvenute in quel luogo sono state numerose. Fedeli da tante parti d'Italia sono venuti e poi ritornati nelle loro case convertiti o prossimi alla conversione, ma che comunque è avvenuta successiva­mente, grazie alla visita compiuta in quella stanza. Da quel luogo sono nate anche vocazioni religiose. Sono passati giovani che hanno scoperto la loro mis­sione, meditando dinanzi le statue che hanno lacrima­to.

Pina Micali è la persona che ha un ruolo importan­te nei fenomeni di Giampilieri. Lei ha ricevuto i mes­saggi da Gesù e successivamente dalla Madonna. È vero che oggi sono numerosi i falsi profeti, ma basta incontrare Pina e parlare con lei anche per pochi minu­ti, per rendersi conto che in lei e in casa sua opera veramente Dio. È sorprendente la sua semplicità, umiltà, carità ed affabilità. La sua bontà non tradisce mai la missione delicatissima affidatale dalla Madonna. Traspare dal suo volto un sorriso dolce e mite, ed ha un cuore mansueto. Ella è incapace di esprimere atteggiamenti diversi da quelli che avverte nel cuore. I sentimenti interni li trasmette all'esterno, e questa purità interiore le merita di avere contatti con il soprannaturale. Pina Micali è veramente trasparente nei pensieri e nei modi.

Fin dal primo momento si è sottomessa al giudizio della Chiesa, in particolare dell'Arcivescovo di Messina, che è sempre al corrente di ciò che si svolge ed avviene in quella stanzetta. I fenomeni di Giampilieri sono stati sempre seguiti dalla Chiesa, che viene informata di ogni avvenimento. È edificante l'obbedienza totale di Pina Micali al suo Vescovo, e quest'atteggiamento accredita maggiormente la sua persona, strumento privilegiato della Madonna.

I fenomeni accaduti a Giampilieri, non si limitano alle sole lacrimazioni, ma c'è molto di più. Pina ini­zialmente aveva locuzioni interiori, che invitavano alla preghiera, all'amore, alla penitenza e all'unità. Dopo cominciò a vedere Gesù, che dal 1992 ogni anno e prima dell'inizio della Quaresima le chiede se è dispo­sta a rivivere la Sua Passione per la conversione dei peccatori. Le annunciò che ogni anno i dolori in lei sarebbero aumentati: cosa che si è sempre verificata.

In questi anni, Gesù ha regolarmente chiesto a Pina la sua disponibilità a soffrire, e quest'atteggiamento gen­tile di Gesù è già accaduto e accade ad ogni Anima Vittima, che si rende disponibile ad aiutare il Signore per salvare i peccatori. Gesù non obbliga, ma invita a partecipare alla Sua Passione.

Degne di attenzione sono le parole dette da Gesù prima di congedarsi dalle visite iniziali a Pina: “Ti lascio sotto la guida di Mia Madre. D'ora in poi sarà Lei ad istruirti”'. Sono parole che risaltano sempre più la figura di Maria Mediatrice e Maestra di vita spirituale. A tante altre anime elette Gesù ha ripe­tuto nel passato queste parole, perché vuole che si arrivi a Lui solo per mezzo della Madre.

Invece, ci sono dei cattolici che pensano diversa­mente da come pensa Gesù. E non è uno sbaglio di poco conto.

Pensano che la Madonna sia un impedimento nel­l'amare Gesù; che pregando la Madonna si prega di meno Gesù e che Gesù vuole essere pregato diretta­mente. Non è così, o meglio, si deve pregare ed adora­re Gesù direttamente, ma Lui chiede a tutti che si fac­cia insieme a Sua Madre, alla Madonna, cioè, che si arrivi alla trasformazione in Maria e si viva sempre nel Suo Cuore Immacolato.

I cattolici che non pregano o pregano poco la Madre di Dio, in realtà conoscono pochissimo la Madonna, perché se avessero letto qualche buon libro su Lei, sulla Onnipotenza per Grazia di Maria, e che Lei è la Mediatrice e Dispensiera di tutte le Grazie, certo, amerebbero Gesù di più e meglio, perché è sem­pre e solo Maria ad insegnare a tutti come adorare in modo migliore, Colui che La chiamava Mamma ed era il Suo Dio.

Maria non è mai stata e mai lo sarà di impedimen­to per andare a Gesù e per amare Gesù come vuole Lui. Egli stesso per farsi Uomo creò Maria e ha dato Maria come Madre, Avvocata e Regina al mondo inte­ro, perché Maria tutto ottiene da Gesù, che è Suo Figlio e Dio. Maria è la Misericordia di Gesù: ciò che chiede, ottiene. E Maria chiede sempre il perdono per tutti noi e la salvezza di tutti i Suoi figli.

Anche in Quaresima Maria è sempre la Corredentrice, perché ha unito sotto la Croce e unirà per sempre i Suoi indicibili dolori a quelli infiniti del Figlio.

Dal 1992, prima di ogni Quaresima, Pina rivive la Passione di Gesù. Le compaiono le stimmate e soffre molto dolore nelle mani, ai piedi e al costato, ma lei si sforza in tutti i modi di mostrarsi sempre serena e piena di gioia, evitando di apparire sofferente e debili­tata.

È stato scritto che Pina non è capace di esternare atteggiamenti diversi da quelli interiori, per questo, chi la vede in Quaresima si accorge della gran soffe­renza che patisce. Durante la Settimana Santa i dolori si intensificano ed è costretta a rimanere a letto, con­fusa e dispiaciuta per il disagio che causa ai familiari, ma si abbandona facilmente alla Volontà di Dio.

Terminata la Quaresima, le stimmate e i segni in diverse parti del corpo cominciano a scomparire e lei lentamente si riprende. Però su tutto il palmo della mano sinistra rimane del sangue raggrumato, il quale si ripresenta come prima se la mano viene lavata con l'acqua. Questa mano - la sinistra - è sempre coperta da una fascia.

A lei la Madonna dal 1993 ha dato tanti messaggi, e sono messaggi che riguardano questi tempi. L'Arcivescovo di Messina è a conoscenza dei messag­gi, ma fino al momento attuale non si è ancora pro­nunciato.

Occorre affermare che ciò che si conosce dei feno­meni in casa Micali e nella persona di Pina è stato "strappato" sempre dietro insistenze da qualche con­fidente familiare. Massima riservatezza e sommo silenzio aveva tenuto Pina per diverso tempo, manife­stando solo a pochi intimi i meravigliosi momenti in cui la Madonna le appariva e donava messaggi per tutti i Suoi figli. Fenomeni che avvenivano in lei, ma lei si sforzava di non lasciar trasparire nulla all'esterno.

Quest'atteggiamento umilissimo ed innocente di Pina, se da una parte lascia dispiaciuti per il fatto che lei non rivelava agli altri le meraviglie che Gesù e Maria hanno operano in quella stanza anche attraver­so la sua persona, dall'altra parte, sono la prova più certa che Pina è vera, genuina, semplice e che rifugge ogni pensiero di superbia e di popolarità.

Stupisce e edifica la riservatezza di Pina. Non ha mai ritenuto importante parlare di sé o di ciò che acca­de alla sua persona. Questa discrezione, serietà e modestia fanno di Pina una donna massimamente cre­dibile, in quanto ha sempre evitato di mettere se stes­sa al centro dei fenomeni o al di sopra di essi.

Il riserbo gentile e costante di parlare delle sue cose ha forse rallentato notevolmente la conoscenza dei fatti di Giampilieri, ma Pina ha solo cercato di evitare la popolarità.

Non ha pensato minimamente che questo suo inno­cente atteggiamento non permetteva a tantissimi fede­li di conoscere e visitare quella stanzetta delle lacri­mazioni e di rimanere toccati dalla Grazia del Signore.

Insieme alla riservatezza dobbiamo evidenziare la disponibilità della famiglia Micali verso i visitatori. Sono sempre disponibili ad accogliere chi si presenta per vedere e, soprattutto, per pregare insieme il Santo Rosario e la coroncina al Preziosissimo Sangue di Gesù.

Fin dal primo istante delle lacrimazioni la famiglia Micali ha sempre rifiutato offerte di qualsiasi genere. Sono state regolarmente e categoricamente rifiutate tante offerte in denaro, nonostante la famiglia Micali sia di umili condizioni e sono in cinque a vivere con un solo stipendio mensile. La casetta dove vivono sembra la casetta di Nazareth per la sua semplicità e dignità. Niente di ricercato o di benessere, ma abbon­dante sobrietà riveste la casa e i suoi abitanti.

L'Amore di Dio non ha prezzo, e quello di spiritua­le che viene donato da Gesù e dalla Madonna anche attraverso Pina, non può e non potrà mai essere ade­guatamente ripagato.

Povertà nel cuore e dignità nella persona sono pre­senti in Pina, strumento scelto da Maria Santissima per far giungere ai Suoi figli le Sue parole d'amore.

È corretto scrivere che la Chiesa non si è ancora pronunciata sui fatti di Giampilieri, per cui, chi legge o visita il luogo deve sapere che tutto è sottomesso al parere della Chiesa, a cui la famiglia Micali e, in par­ticolare Pina Micali, conferma filiale obbedienza.

Il messaggio delle lacrimazioni di Giampilieri si sposa perfettamente coi messaggi dati dalla Madonna a La Salette, Lourdes e Fatima: Gesù è Dio incarnato, Vangelo, Santa Messa e Adorazione Eucaristica, Confessione, preghiera in particolare il Santo Rosario, carità, conversione, umiltà, penitenza e sacrifici.

Non si poteva e non si può rimanere indifferenti dinanzi all'immagine del Volto Santo di Gesù che lacrima Sangue, alle statue della Madonna, ad altre statue e ad un quadretto di Padre Pio che continuano ancora oggi a lacrimare. Qual è il messaggio di queste lacrimazioni? Gesù è risorto ed è glorioso in Cielo, ma il Suo Cuore umano soffre per i peccati del mondo, che Lo offendono continuamente. La Madonna piange perché vede tanti Suoi figli precipitare nell'inferno, come già aveva detto il 1917 a Fatima. Piange lacrime di Sangue, perché i passati richiami con le sole lacrime non hanno toccato i cuori dei Suoi figli, e adesso il dolore al Suo Cuore è insof­fribile, insopportabile.

La Madonna si è abbandonata al pianto, ha ancora continui scoppi di pianto, ha sparso molte lacrime per­ché il Vangelo di Gesù Cristo non e quasi più osservato.

Sono lacrime diventate Sangue, perché ha già pian­to molto, e se le lacrime sono di Sangue, vuol dire che Lei vede i gravi pericoli che corrono i Suoi figli e che adesso non Le resta altro che piangere, per intenerire i cuori dei comuni mortali della terra. La Madonna piange Sangue perché ha già tante volte richiamato i Suoi figli, ma i peccatori non vogliono ascoltare le Sue parole. I peccatori non hanno tempo per accorgersi che questi messaggi sono di una gravità molto dolorosa.

Piangere, chiedere ininterrotte preghiere e pregare incessantemente Lei stessa il Suo Figlio Divino per tutti noi: questo fa' adesso la Madonna in mezzo a noi. È certo che è così.

Le lacrime di Sangue della Madonna sono causate maggiormente e in primo luogo da quei Sacerdoti che calpestano gli insegnamenti di Gesù, che disprezzano e disonorano Gesù. In un messaggio la Madonna ha detto: "Pregate tanto per quelli che non pregano e per i Sacerdoti che si stanno perdendo". Parole dette con profondissimo dolore. Non ha ragione la Madonna di lacrimare Sangue? Se un peccatore trafig­ge "da parte a parte" il Cuore della Madonna, quale sofferenza e dispiacere Le procureranno questi Sacerdoti? Sì, occorre pregare molto per i Sacerdoti, perché devono essere "luce e sale", essere Gesù nel mondo, altrimenti il mondo rimarrà ancora nelle tene­bre, senza buone guide e senza ricevere consigli evan­gelici. Come è altissima la loro dignità, così è incalco­labile la loro responsabilità sulle anime.

Si preghi molto per i Sacerdoti, soprattutto per i Sacerdoti che fanno piangere e molto soffrire la Madonna.

Le lacrime della Madonna chiedono riparazio­ne, consolazione e penitenza. Lacrime che richiamano anche i non credenti a fare un'opera di analisi interio­re o ispezione interna per porsi fondamentali domande sul senso della vita e rispondere con umiltà, cer­cando solamente la Verità. E la Verità è solo una: Gesù Crìsto.

Le lacrime ci ricordano che Gesù e Maria sono profondamente addolorati perché vedono tutto quello che avviene nel mondo, conoscono tutto e che sono presenti in mezzo a noi. Loro piangono ancora perché gli insegnamenti di Gesù non sono quasi più praticati e la maggior parte dell'umanità vive senza Dio.

Non c'è senso del peccato nel mondo. Si è convin­ti che "oramai" tutto è permesso e che l'uomo moder­no ha il diritto di soddisfare tutti gli istinti, anche a costo di degradarsi al di sotto degli animali. I valori cristiani sono calpestati, messi nel dimenticatoio e considerati fuori tempo, perché hanno valore solo le libertà che propone il diavolo, attraverso le sue opere sparse in tutto il mondo, ma camuffate sotto iniziative apparentemente buone.

Gesù e Maria piangono anche per quello che potrebbe accadere ai loro figli, se continueranno a rifiutare l'Amore di Dio? Già, dove sta andando il mondo senza Dio? Chi sta guidando il mondo, se il mondo ha rifiutato Dio? Ecco le lacrime di Giampilieri, in cui Gesù vuol avvertire tutti e richia­mare ogni cuore a Sé.

I richiami, per Sua infinita bontà, Dio continua a farli pervenire all'umanità ormai dimentica di Lui che l'ha creata dal nulla e, come nell'Antico Testamento, ancora oggi si odono le forti grida dei Suoi Profeti antichi, che ripetono a nome di Dio: “Ritornate a Me con tutto il cuore, con digiuni, con pianti e lamenti. Laceratevi il cuore e non le vesti, ritor­nate al Signore vostro Dio, perché Egli è mise­ricordioso e benigno” (GI 2,12).

Innumerevoli peccatori camminano sulla via larga della perdizione eterna, offendendo continuamente Gesù, e la Madonna con il Cuore "trafitto da parte a parte" ha detto in un messaggio: “Molti, molti lo offendono e camminano nelle tenebre per il male che producono: costoro sono in grande pericolo”.

Gesù per mezzo delle lacrime di Giampilieri dice a tutti noi: "Convertitevi. Tornate a Me core tutto il cuore". Guardando negli occhi a te che leggi, ti dice: "Ritorna! Io sono misericordioso. Torna a Me. Vieni nel Mio Cuore! Io ti amo".

Sorprendente è un episodio accaduto a casa di Pina: una persona indemoniata era stata da un Sacerdote esorcista perché riceveva esorcismi, ma la liberazione ancora non avveniva, anche se aveva ricevuto dei miglioramenti. L'esorcista in questione non credeva né a Pina e né alle lacrimazioni di casa sua. Un gior­no, la persona posseduta andò a casa di Pina a Giampilieri, chiaramente non dietro consiglio del Sacerdote, che non credeva. Fatto miracoloso, fu quel­lo che avvenne quando quella persona mise piede nella stanza delle lacrimazioni di Sangue dal Volto Santo di Gesù e dalle statue della Madonna. Entrò dentro, cadde a terra e i diavoli che aveva dentro di sé nel corpo cominciarono a gridare, abbandonarono immediatamente quella persona e fuggirono da quella stanza delle lacrimazioni, dove c'era molto Sangue a forma di crocette nella parete e nelle statue. La perso­na si alzò da terra senza avere più i diavoli nel corpo: era stata liberata solo perché era entrata con fede nella casa di Pina. Nessuna preghiera era stata fatta, nessun esorcista era intervenuto. A proposito dell'esorcista che non credeva, saputo quello che era avvenuto in casa di Pina, si è ricreduto pubblicamente ed è diventato un apostolo delle lacrimazioni di casa Mica e

profondo amico spirituale di Pina.

Ma ritorniamo ai messaggi dati a Pina. Lei per alcu­ni anni non ha raccontato niente, perché temeva di non essere creduta o, in ogni caso, non aveva alcun desi­derio di dire agli altri che riceveva messaggi da Gesù e dalla Madonna. Dietro le "dolci insistenze" della Madonna ha cominciato a rivelare quello che le acca­deva.

A confermare i messaggi ricevuti da Pina, ci ha pensato e pensa la Madonna, donando ai visitatori tante Grazie. I miracoli duemila anni fa confermavano la Divinità di Gesù, così a Giampilieri i miracoli hanno confermato e continuano a confermare che veramente tutto è opera di Dio.

Se si osservasse seriamente il Vangelo di Gesù, ci si accorgerebbe che i messaggi dati dalla Madonna altro non sono che un invito a fare ciò che Gesù ci dice di fare nel Suo Vangelo. La Madonna non dice cose nuove a Pina, ma solo e sempre ripete come a Cana: "Fate quello che vi dirà" (Gv 2,5). La Madonna vuol portare sempre e solo, tutti a Gesù, questo è il Suo compito, ed è una responsabilità ricevuta dal Figlio.

Nessuno si preoccupi se prega molto la Madonna, perché Lei rivolge la nostra preghiera a Gesù aggiun­gendo le Sue potentissime preghiere, e Gesù gradisce maggiormente questa preghiera, perchè è presentata da Sua Madre.

In un messaggio la Madonna ha detto alcune paro­le che richiedono riflessione: "Io sono sempre qua con voi giorno e notte fino al giorno che il Mio strumento vivrà. Io sono sempre qua". La Madonna ha promesso di essere sempre in quella stan­zetta fino a quando sarà viva Pina. Questa promessa si è sempre rivelata verissima, in quanto chi entra in quella stanzetta esce sconvolto, fortemente impressio­nato, toccato nel cuore. Per questa ragione, sono avve­nute numerose conversioni e, dobbiamo registrare per precisione come è stato già scritto, anche guarigioni sono avvenute in quella stanzetta.

Il messaggio continua così: "Pregate, pregate, state uniti e non perdete la fede, rialzatela sem­pre di più, Io vi darò forza e coraggio". L'invito alla preghiera la Madonna l'ha sempre ripetuto a Giampilieri, perché Lei come Maestra di perfezione vuol condurre ogni anima a Gesù, Suo Figlio e Suo Dio. Vuol portare l'umanità in Paradiso, alla salvezza eterna.  Padre Mariano Giuma

 

21 MAGGIO 1992 (Primo messaggio-locuzione)

Gesù dice: "Dovete pregare molto per purificare l'anima. Molte disgrazie ci saranno, molti moriranno. Un giorno verrò sulla terra e tutti Mi vedranno e quel giorno sarà la fine. Un giorno come mille anni, un giorno non tarderò nel compiere la Mia promessa.

Il giorno del Signore verrà come un ladro, in quel giorno i Cieli spariranno con grande fragore, gli ele­menti infuocati si dissolveranno e la terra sarà consu­mata insieme con tutte le opere che contiene.

IL MIO CUORE È PAZIENTE VERSO VOI, PERCHÉ NON VUOLE CHE ALCUNO PERI­SCA MA TUTTI GIUNGANO AL PENTIMEN­TO.

Questo messaggio è per il mondo intero. Ciao, ti benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

12 NOVEMBRE 1992

Gesù dice: "Questa casa è la casa delle rose, ovun­que volgete lo sguardo è bagnato del Mio Sangue. DESIDERO CHE TU FACCIA UNA LAR­GHISSIMA DIFFUSIONE DELLA MIA IMMA­GINE. DESIDERO CHE IL MIO DIVINO VOLTO PARLI Al- CUORE DI TUTTI.

VOGLIO ENTRARE IN OGNI FAMIGLIA E CONVERTIRE I CUORI PIU’ DURI.

Io ti aiuterò a trovare nuovi apostoli e saranno i Miei eletti e prediletti del Mio Cuore e avranno un posto speciale. Benedirò tutte le loro famiglie.

Ciao. Ti benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

2 MARZO 1993

Maria dice: "Pregate tanto per Mio Figlio che sof­fre molto per i vostri peccati, SOLO LA PREGHIE­RA VI SALVERA’ E ALLA FINE DIO TRIONFERÀ".

Gesù dice: "VENGO PER ALLONTANARE IL TIMORE ECCESSIVO CHE LE MIE CREATU­RE HANNO DI ME E PER FARE LORO CAPI­RE CHE LA MIA GIOIA È DI ESSERE CONO­SCIUTO ED AMATO DAI MIEI FIGLI, CIOÈ, DA TUTTA L'UMANITA PRESENTE E FUTU­RA.

Vengo a portare la speranza agli uomini e alle nazioni. Quanti hanno già perduta da molto tempo questa speranza li farò vivere nella pace e nella sicu­rezza lavorando per la loro salvezza.

Vengo per farmi conoscere così come sono, perché la fiducia degli uomini aumenti contemporaneamente al loro amore per il loro Padre, che è Dio". 

20 APRILE 1993

Maria dice: "Il mondo non è luce ma tenebre. SENSIBILIZZA TUTTI QUELLI CHE VENGO­NO DA TE A PREGARE DI PIU’ PERCHÉ SI FANNO MOLTI PECCATI E MENO PREGHIE­RE.

Gesù è triste perché tutta la terra è bagnata di san­gue per la malvagità degli uomini. Ogni volta che un figlio si perde a Gesù rinnovano la Sua crocifissione e a Me la spada trafigge il Mio Cuore.

Quanto soffre una mamma terrena per la morte di un figlio. Ed Io che SONO LA MAMMA DI TUTTO IL MONDO soffro di più non solo per la morte del corpo, ma per la morte dell'anima". 

15 LUGLIO 1993

Maria dice: "GESU’ È TRISTE PERCHÉ PRE­GATE POCO. MOLTE COSE SUCCEDERAN­NO SULLA TERRA IN OGNI FAMIGLIA.

Il demonio vuole la guerra, ma se voi pregate molto, Mio Figlio non farà succedere niente. Perciò, pregate tanto". 

23 SETTEMBRE 1993

Maria dice: "Vorrei che tutte le Mie creature aves­sero la convinzione che c'è un Padre che veglia su di loro e che vorrebbe far pregustare anche quaggiù la felicità eterna.

PREGATE TANTO MIO MIGLIO GESU’, CHE PIANGE PER TUTTO IL MONDO".  

GENNAIO 1994

Maria dice: "Io sono con voi e voi siete con Me. PREGATE TANTO, DITE IL, ROSARIO OGNI GIORNO ed avrete il perdono di Mio Figlio che vi ama, ma voi non l'amate come vi ama Lui.

PREGATE TANTO PER QUELLI CHE NON PREGANO E PER I SACERDOTI CHE SI STANNO PERDENDO.

Ti saluto figlia Mia, ti saluto con l'Ave Maria".  

10 MARZO 1994

Maria dice: "Figlia Mia, sono qui per consolarti. Soffri perché il mondo è pieno di errori e di peccati. Io ti starò vicina e ti aiuterò.

Sono triste perché il mondo intero rinnova la croci­fissione di Gesù. Gli uomini pensano soltanto a tutto ciò che è terreno, trascurando le cose spirituali e quin­di l'anima.

NON SI RENDONO CONTO CHE LA VITA TERRENA E' DI BREVE DURATA, MENTRE PREGANDO POTREBBERO GUADAGNARE L'INTERO UNIVERSO. MA SE NON SONO CON GESU’, RIUSCIRANNO SOLTANTO A PERDERE LA LORO ANIMA.

Pensateci finché siete in tempo. Gesù è buono e tanto misericordioso, però non abusate della Sua mise­ricordia".

La saluta con l'Ave Maria. 

13 MARZO 1994

Gesù dice: "Cara figlia, il mondo è corrotto perché sono i grandi a corrompere i piccoli, ed i potenti a tra­scinare i deboli. Prega per loro perché il mondo va alla rovina.

La gente Mi insulta e Mi bestemmia quando ha un dolore o una sofferenza, invece sono gli uomini a pro­vocarmi dolore e sofferenza usando mezzi che fanno morire la gente per guadagnare denaro.

MAGGIORE E’ LA MIA SOFFERENZA, PERCHE' HO SPARSO IL MIO SANGUE DALLA CROCE PER QUESTI FIGLI, ED IO LI VOGLIO TUTTI SALVI. Prega e fate penitenza". 

27 APRILE 1994

La Madonna è apparsa a Pina bellissima e piena di luce, vestita di bianco e con le braccia aperte. Le ha detto:

"Come abbraccio te abbraccio tutto il mondo, per­ché vi voglio portare con Me. Prega e sensibilizza gli altri alla preghiera.

Gesù è triste perché l'intero mondo rinnova conti­nuamente la Sua crocifissione. Non vogliamo la distruzione, ma vogliamo la salvezza. Sono sicura che Dio ascolterà le vostre preghiere e che il mondo si convertirà, perchè accetterà le sofferenze delle Anime Vittime che si offrono a Dio come un dono, come fai tu.

VEDI QUANTO MALE C'È NEL MONDO. Sl È SCATENATO IL DEMONIO PERCHÉ VUOLE LA SUA DISTRUZIONE, PARTICO­LARMENTE DELLE ANIME BUONE. Ecco per­ché Gesù chiede preghiere e penitenze, invece il demonio trascina le anime lontano dalla preghiera e li conduce sulla via del male.

O figli, perché dite sempre: «Dio mi ha castigato». Dio non castiga, è il demonio che fa il male, Dio è amore, carità e misericordia, e se non fosse così, ogni volta che Lo insultate dovrebbe darvi il castigo che meritate. Ma Lui vi perdona lo stesso e vi ama". 

2 DICEMBRE 1994

Maria dice: "Dovete fare penitenza e RECITARE IL SANTO ROSARIO TRE VOLTE AL GIORNO. Fate opere buone e amatevi gli uni con gli altri".

25 DICEMBRE 1994

Maria dice: "Figli Miei, vi ho radunati in questo luogo per ricordarvi di non perdervi nel peccato, di non cedere alle tentazioni che vi rendono legati alle piccolezze umane. Non dimenticatevi che Gesù è morto per prendere su di Sé i peccati del mondo. RECITATE IL SANTO ROSARIO, DIGIU­NATE, ABBANDONATEVI AL SACRO CUORE DI GESÚ.

Al Mio Cuore Immacolato consacrate le vostre famiglie e i vostri cuori porteranno pace alle vostre anime.

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Il Padre nelle vostre menti, il Figlio nei vostri cuori e lo Spirito Santo nelle vostre anime". 

14 MARZO 1995

Maria dice: "Ascoltate figli Miei, facciamo una supposizione e avrete la sicurezza del Mio Amore. Per Me i vostri peccati sono come ferro e i vostri atti d'a­more come l'oro. Anche se Mi consegnaste 1000 chili di ferro non sarebbero tanto quanto se mi donaste 10 chili d'oro.

Ciò significa che con un po' d'amore si riscatte­ranno immense iniquità.

VI AMO TANTO, PORTERO’ L'AMORE E LA PACE NEI VOSTRI CUORI. PREGATE: PER I PECCATORI.

Pace e bene. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

14 LUGLIO 1995

Maria dice: "Figlia Mia e figli Miei, LA VOSTRA MADRE CELESTE NON SI STANCA DI RAC­COMANDARVI IL SANTO VANGELO: MET­TETELO IN PRATICA.

Chi ha due tuniche ne dia una al fratello bisognoso. Vi parlo della carità, essa é una virtù importantissima. Continuate a recitare il Rosario per ottenere la fine della guerra.

Vi chiedo dei sacrifici per i poveri peccatori. Siate puri e umili. Ciò che accadrà sarà peggiore di 40 ter­remoti.

L'INFERNO ABBONDA DI PECCATORI A CAUSA DELL'IMPURITA’ E DELL'ORGO­GLIO.

Baciate la terra per offrire quest'atto di umiltà per i poveri peccatori. Fate grandi sacrifici perché il tempo è vicino". 

5 FEBBRAIO 1996

Maria dice: "Cara figlia, oggi sono venuta per dirvi di trarre forza e luce dalle Mie materne parole.

Figli Miei, oggi vi invito particolarmente ad amare l'umiltà, perché solo nell'umiltà si ha luce Divina e perché è nel cuore umile che Dio prende la Sua dimo­ra.

Figli Miei, lo soffro nel vedere il mondo predomi­nato dalla superbia, provocata dalla chiusura dei vostri cuori. Chi segue i Miei messaggi è forte.

LOTTATE CON IL MIO ROSARIO, PERCHÉ CON QUESTO ATTO DI AMORE FARETE TRIONFARE IL MIO CUORE IMMACOLATO. 

21 LUGLIO 1996

Maria dice: "Cari figli portate il Paradiso sulla terra attraverso la preghiera e la vita diventa bella. Purificatevi ed amatevi come Gesù vi ama. Pregate, recitate il Rosario tutti i giorni. Io sarò sempre con voi.

VI AMO TANTO, SIETE TUTTI MIEI FOIGLI. VI VOGLIO TUTTI SALVI.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

7 OTTOBRE 1996

Maria dice: "Pregate per avere un cuore umile. Che Gesù ve ne faccia dono, perché la superbia distrugge ciò che l'amore edifica nel cuore.

Sto lottando insieme alle anime. OH, FIGLI PRE­GATE, IO PREGO CON VOI PER IL PERDO­NO DEI PECCATORI.

Solo per mezzo dello Spirito Santo, solo per Lui, la pre­ghiera raggiunge il Cielo e il Cuore di Mio Figlio". 

4 DICEMBRE 1996

Maria dice: "Cara figlia e cari figli, vi invito alla preghiera del cuore affinché la vostra preghiera sia un dialogo con Dio. Io desidero che ognuno di voi consa­cri più tempo a Dio.

Satana è forte e desidera distruggervi ed ingannarvi in molti modi, perciò Miei cari figli pregate ogni gior­no affinché la vostra vita sia un bene per voi e per tutti quelli che incontrate.

IO SONO CON VOI E VI PROTEGGO NONOSTANTE SATANA DESIDERI DISTRUGGERE I MIEI PROGETTI e fermare i desideri che il Padre celeste vuole realizzare qui!

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

4 FEBBRA10 1997

Maria dice: "Figli Miei, la vera vita è in Cielo. DESIDERO CHE TUTTI I MIEI FIGLI VEN­GANO CON ME IN CIELO.

Non perdetevi nel peccato, recitate molti Rosari, pregate per la pace del mondo.

Cara figlia, la tua sofferenza porterà tante anime a Mio Figlio Gesù.

PREGATE FIGLI MIEI, PREGATE.

Vi chiamo ad immolare i vostri cuori per i giovani, per la pace. Nel Mio progetto saranno i mistici fiori del giardino del Signore.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

1 APRILE 1997

Maria dice: "Cari figli sono le vostre preghiere che salveranno il mondo. Il lavoro che vi aspetta è molto. VI CHIEDO QUINDI DI ANDARE IN TUTTE LE PARTI A PARLARE DI GESÚ E DI MARIA. NON SIATE TIMIDI, MA CORAG­GIOSI.    

INSEGNATE A PREGARE, PORTATE L'A­MORE A TUTTI.

Dio è Luce, la Luce deve essere Luce per tutti.

Gli ostacoli che incontrerete saranno prova di amore per voi. NON VI ABBANDONERÒ.

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

13 MAGGIO 1997

Maria dice: "Figli Miei, questo è il luogo dove voglio parlare a voi. In questo luogo ognuno di voi riceverà da Me la chiamata. Questi vostri cuori sono i cuori che lo cerco. Se sarete Miei, non vi perderete, ma vi farete santi.

Cari figli Miei, questo è il tempo di Grazia. Coloro che non lo accettano si pentiranno.

I MALI CHE SI AVVICINANO FARANNO CAPIRE Al SUPERBI E Al DURI DI CUORE, CHE MARIA AVEVA RICHIAMATO IL MONDO.

Voi, allora, sarete in pace perché tutto questo lo avete accettato.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

31 MAGGIO 1997

Maria dice: "Cari figli, solo la vostra grande fede vi porterà a Dio. Io vi indico questa strada e voi la indi­cherete a tutti nella fede, l'amore, la carità, la gioia e la Grazia. Figli Miei non discutete sulla fede, con la fede si vive. Vivete ogni giorno una vita nuova, vita di luce e di pace.

ABBIATE FORZA E CORAGGIO, FIDATE­VI DI GESU’, LUI VI AMA, AMATELO ANCHE VOI. Vi invito ancora alla preghiera e al sacrificio.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

13 GIUGNO 1997

Maria dice: "Figli Miei, Gesù è con voi. IN OGNI SANTA MESSA LUI VIENE IN MEZZO A VOI, RIMANE CON VOI. Amatelo, ospitatelo, siate degni del Suo Amore e ascoltate il Suo insegnamento. Molti, molti Lo offendono e camminano nelle tene­bre per il male che producono: costoro sono in grande pericolo. Pregate, pregate come avete pregato nel mese di maggio. Recitate il Santo Rosario ogni gior­no, così, onorerete Gesù ed Io vi accompagnerò.

Benedico questa casa e vi benedico tutti, figli Miei, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

15 LUGLIO 1997

Maria dice: "Figli Miei, voglio rimanere, rimanere, ancora con voi per aiutarvi a rinnovare i vostri cuori, per guarire i vostri mali, donarvi la pace.

SIATE UMILI, PREGATE DI PIU’, CERCATE LA GIUSTIZIA, AMATEVI. INNAMORATEVI DEL BENE. ALLONTANATEVI DAL MALE E VI SANTIFICHERETE.

Benedico tutti voi, i vostri giovani, i vostri amma­lati e tutti i vostri anziani.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

18 AGOSTO 1997

Maria dice: "Cari figli, vi chiedo di lasciare molte cose che ancora vi legano e vi rendono schiavi. Queste vi distolgono dalla Mia chiamata. Siate forti, la strada che avete iniziato è giusta, abbiate coraggio.

COME FAREMO A SALVARE LA CHIESA SE VOI NON SARETE LA PARTE SANTA DI ESSA?

Chiamate con voi molti fratelli, ma siate a loro di esempio, il lavoro è molto ed urgente. Quando arriverà l'ora della verità allora capirete perché vi ho chiama­to. Siate tutti presenti.

Allora, pregate, perché attraverso la preghiera e la carità si ridurranno i tempi della loro sofferenza. Ora benedico tutti voi nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

29 AGOSTO 1997

Maria dice: "Cari figli, ascoltatemi. SONO QUA, IN MEZZO A VOI, per stendere il Mio manto sopra di voi, per spargere Grazie e tanta consolazione nei vostri cuori.

Tanta gioia Mi date nel vedere tanti Miei figli, di tutto il mondo, ai Miei piedi. Chiedete, bussate che vi sarà aperto, domandate che riceverete. Gesù chiama tutti al banchetto Eucaristico, Gesù chiama tutti per perdonare, Gesù chiama tutti per amare.

Pregate, pregate figlioli Miei. Riparate tante offese che fanno a Mio Figlio Gesù e a Me tanti oltraggi. TANTI SACRILEGI NELLA SANTA EUCA­RESTIA, TANTO DOLORE PER ME NEL VEDERE IL MIO FIGLIO GESU’ CALPESTA­TO ED INSULTATO.

Io, che sono la Mamma del Cielo, vengo per sal­varvi, per annunciare la Verità.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

16 SETTEMBRE 1997

Maria dice: "Cari figli, non vedete il mondo come cammina nel fango, non vedete i Miei figli, tanti figli, che sono nell'errore e che non Mi vogliono più cono­scere per Madre e Regina di tutto il mondo.

IO SONO LA MEDIATRICE, LA MADRE DI TUTTI E TANTO VI AMO. VENGO IN QUE­STO LUOGO PER RICHIAMARVI TUTTI, PER SALVARVI.

Venite, venite e non tardate, venite sempre ai Miei piedi, perché è una Mamma misericordiosa che chia­ma tutti i Suoi figli: i buoni ed i cattivi.

TUTTI VI VOGLIO SALVARE. VI ILLUMI­NERÒ E VI ASSISTERO’ ANCHE NELL'ULTI­MA ORA IN CUI DOVRETE PARTIRE DA QUESTA TERRA. SARETE ASSISTITI SE ASCOLTERETE IL MIO INVITO DI MADRE.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

30 SETTEMBRE 1997

Maria dice: "Cari figli Miei, una risposta al Mio invito viene da voi, miei giovani figli. Voi, rallegrate il Mio Cuore di Mamma.

Siate anche voi gioiosi nel sapere che il vostro amore di figli trasforma le Mie lacrime in sorriso. Siate sempre più generosi nell'amore per farvi esem­pio, per essere lievito che farà crescere altri giovani, tanti giovani, lontani da Me in una vita che si spegne. FIGLI MIEI, IO VI SARO’ VICINA, SEMPRE VICINA. Ho bisogno di voi figli Miei. Il Mio Cuore Immacolato vi attende: venite a dimorare per sempre nel Mio Cuore di Mamma: vi attendo tutti. Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

14 OTTOBRE 1997

Maria dice: "CARI FIGLI, SONO LA VOSTRA MADRE CELESTE E VI CHIEDO AIUTO, TANTO AIUTO. PER TUTTO IL MONDO CHE SI STA PERDENDO, ED IO SONO MOLTO TRISTE PERCHE’ NON POSSO FARE PIU’ NIENTE PER VOI. SOLO LE VOSTRE PREGHIERE POTRANNO SALVARE IL MONDO. Figli Miei, i fatti e gli avvenimenti fanno parte dei disegni di Gesù. Come vorrei che ognuno di voi potes­se rendersi conto di quante sono le lacrime di Mio Figlio.

Ciò che vi ho detto prima è fonte di continua lacri­mazione e di dolore del Cuore di Mio Figlio. Non lasciatevi attrarre da quello che è del mondo.

Ora vi lascio e vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

28 OTTOBRE 1997

Maria dice: "Figli Miei, sono Maria Addolorata ai piedi della Croce, Regina dell'Universo, Madre di Dio e dell'intera umanità.

Stendendo il Mio manto sopra di voi scendo in que­sto luogo, quindi in mezzo a voi, e vi porto la Mia Luce, la più umile e più alta tenerezza materna, l'a­more più violento e più puro, tutta la Mia gioia, tutto il dolore di Madre.

OGNI QUALVOLTA SARETE RIUNITI IN QUESTO LUOGO, IO SONO IN MEZZO A VOI E PER VOI INTERPOSTA, DALLA VOLONTA’ DEL FIGLIO, QUALE MEDIATRICE DI GRA­ZIE.

Ogni preghiera che voi Mi offrite, non con il solo bisbiglio delle labbra, ma con la fiamma di amore che arde nei cuori generosi e puri, è una rosa che fiorisce ai Miei piedi ed è luce, pace ed amore che da ogni petalo, di riflesso, scende su ognuno di voi.

La Luce è venuta nel mondo ma gli uomini hanno preferito le tenebre alla Luce. Oggi l'umanità contrav­viene alla purezza e alla Luce, alla voce della coscien­za, alla fiamma dell'Amore e del perdono.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

4 NOVEMBRE 1997

Maria dice: "Cari figli, Io sono la Mamma e vi guardo, vi sorrido e vi amo molto. Amatevi l'uno con l'altro, perdonatevi, come ha perdonato Gesù sulla Croce, che sarete perdonati.

Vivete d'amore, morite d'amore con Gesù e con Me, ed entrerete nella gioia e nella grazia del Santo Paradiso.

IO SONO SEMPRE QUA CON VOI GIORNO E NOTTE FINO AL GIORNO CHE IL MIO STRUMENTO VIVRA’. IO SONO SEMPRE QUA.

Pregate, pregate e state uniti, e non perdete la fede, ma rialzatela sempre di più. Io vi darò forza e corag­gio. Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo".

18 NOVEMBRE 1997

Maria dice: "Cari figli, Dio desidera farvi santi e attraverso Me vi invita all'abbandono totale.

La Santa Messa sia per voi vita. Cercate di com­prendere che la Chiesa è la Casa di Dio, il luogo dove Io vi riunisco e desidero mostrarvi la strada che con­duce a Dio.

VENITE E PREGATE NON OSSERVATE GLI ALTRI E NON CRITICATELI.

La vostra vita sia invece una testimonianza sulla strada della santità. Le Chiese sono degne di rispetto e sono consacrate, perché Dio fatto Uomo, sta dentro di esse giorno e notte. Perciò, figlioli, credete e pregate affinchè il Padre vi accresca la fede e poi chiedete con fiducia e gioia, tutto ciò che vi è necessario.

Sono con voi e gioisco per la vostra conversione. Vi proteggo con il mio Manto Materno. Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

28 NOVEMBRE 1997

Maria dice: "Cari figli, unitevi ai Miei piedi con la recita del Santo Rosario. ASCOLTATEMI MENTRE SIETE ANCORA IN TEMPO. Ravvivate la fede e l'amore verso Gesù e verso di Me.

Con il Mio aiuto, con la Mia potenza, con San Michele e con i vostri Angeli Custodi uniamoci tutti ai piedi di Gesù Sacramentato. Chiediamo perdono per tutti, per quelli che Lo offendono, per quelli che non Lo amano.

Gesù è misericordioso, Gesù perdona ma Gesù é anche giudice. Lascia fare, ma quando é l'ora e vi pre­sentate al tribunale di Dio, Gesù dà la Sua sentenza.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

1 DICEMBRE 1997

Maria dice: "Sono la Madre di Dio che ti parla e ti domanda di rendere pubblico il presente messaggio. Ciò facendo incontrerai forti resistenze.

Ascolta bene, fa' attenzione a quello che ti dico; un grande castigo cadrà sull'intero genere umano non oggi nè domani, ma sarà molto pre­sto. Lo avevo già dato a La Salette, ai tre pastorelli a Fatima, oggi, lo ripeto a te perché il genere umano ha peccato e calpestato il dono che avevo fatto.

IN NESSUNA PARTE DEL MONDO VI E’ ORDINE E SATANA REGNA SUI PIU’ ALTI POSTI DETERMINANDO L'ANDAMENTO DELLE COSE.

Egli riuscirà a sedurre gli spiriti dei grandi scienziati che inventeranno le armi, con le quali sarà possibile distruggere in pochi minuti gran parte dell'umanità.

Darà potere ai potenti che governano i popoli e li aizzerà a fabbricare enormi quantità di armi e se l'u­manità non dovesse opporsi sarò obbligata a lasciare libero il braccio di Mio Figlio. Allora vedrai che Iddio castigherà gli uomini con maggiore severità.

Verrà il tempo di tutti i tempi e la fine di tutte le fini.

Se l'umanità non si convertirà e se tutto dovesse restare come ora o, peggio, dovesse maggiormente aggravarsi, i grandi e i potenti periranno insieme ai piccoli e ai deboli.

ANCHE PER LA CHIESA VERRÀ IL TEMPO DELLE SUE PIÜ GRANDI PROVE: CARDINALI SI OPPORRANNO A CARDINA­LI, VESCOVI A VESCOVI. SATANA MARCERÀ IN MEZZO ALLE LORO FILE E A ROMA CI SARANNO CAMBIAMENTI.

Ciò che è putrido cadrà e ciò che cadrà più non si alzerà. La Chiesa sarà offuscata e il mondo sconvolto dal terrore.

DA QUALUNQUE PARTE SI VOLGERÀ LO SGUARDO, SARA’ ANGOSCIA, MISERIA, ROVINE IN TUTTI I PAESI: Vedi, il tempo si avvicina sempre più e l'abisso si allarga senza speran­za. Io sono molto scontenta perché non si è fatto caso al Mio messaggio. Nè buoni nè cattivi vi hanno fatto caso". 

12 DICEMBRE 1997

Maria dice: "Cari figli Miei, ascoltatemi giovani. Giovani unitevi ai Miei piedi con la recita del Santo Rosario. Unitevi ai piedi di Gesù, prendetelo nel vostro cuore e Gesù infiammerà il vostro cuore di amore per Lui.

Datevi amore e date amore anche a Me.

Le lotte ci sono, gli inganni ci sono, l'orgoglio c'è, la malizia c'è ma IL MIO CUORE TRIONFERÀ DAPPERTUTTO PERCHÉ IO SONO LA MADRE DEL CIELO, E TANTO VI AMO.

Vi richiamo ancora alla penitenza, perché Io sono più in alto di voi e vedo la necessità per voi della peni­tenza.

FIGLIOLI, SENZA DI ME NON POTETE FARE. CHIAMATEMI, CHIAMATEMI CON IL DOLCE NOME DI MADRE, CHE SVEGLIERO’ I VOSTRI CUORI, LI INFIAMMERÒ E VI ISPIRERO’ LA VIA RETTA DEL CIELO.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

30 DICEMBRE 1997

Maria dice: "Cari figli Miei, l'intensità del Mio Amore Materno Mi induce a scendere in mezzo a voi, perché non abbiate solo a ricevere queste Mie parole con le vostre orecchie, bensì abbiate a racchiuderli nei vostri cuori in quanto, non ogni parola, ma ogni sua sillaba è fonte di Amore e di Misericordia, e sia scol­pita nel profondo del vostro cuore.

IO SONO MADRE DEL CRISTO GESU’.

Ho racchiuso l'universo intero sotto il Mio manto, che è il simbolo di purezza e di amore. RACCHIUDO VOI NON SOLO SOTTO IL MIO MANTO, MA NEL MIO CUORE, QUE­STO CUORE CHE SOFFRE E FREME, MA INCESSANTEMENTE PALPITA PERCHÉ É UN CUORE DI MADRE, di quella stessa ed unica Madre, che dopo aver concepito il Figlio, ha donato lo stesso Figlio, per amore del Suo unico ed ardimentoso e supremo atto di amore, per racchiudere come a com­pimento l'umanità intera. In questo Cuore ancora oggi ferito e disprezzato con tanto accanimento dai Suoi stessi figli.

Ora vi benedico nel nome del Padre del Figlio, e dello Spirito Santo". 

13 GENNAIO 1998

Maria dice: "Cari figli Miei, adesso è l'ora che vi mettiate all'opera per farmi conoscere e farmi amare perché si avvicinano i momenti di angoscia e di pian­to.

VOI DOVETE COMBATTERE, DOVETE PARLARE, DOVETE FARMI TRIONFARE  NEL MONDO SU TUTTI, CON GRANDE GIOIA ED AMORE.

Su figlioli Miei, andate dappertutto, risvegliate i cuori, parlate di Me. Io vengo vicino a voi, parlo con voi, ma voi risvegliate i cuori, non lasciatevi attrarre dalle tentazioni.

AVANTI FIGLIOLI MIEI, AVANTI, PARLA­TE CON TUTTI I CONSACRATI, I RELIGIO­SI, I MISSIONARI E TUTTO IL MONDO. DOVETE FARMI TRIONFARE.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

23 GENNAIO 1998

Maria dice: "Cari figli Miei, sono Maria, Madre di Gesù Cristo Figlio di Dio, Madre vostra, Regina del­l'universo. Sia benedetto il frutto del Mio Seno.

«Ave o Maria! Hai trovato Grazia presso Dio». Il messaggio che l'Arcangelo annunciò al Mio Cuore lo annuncio di riflesso al mondo intero. Benedetto il frut­to, il frutto dell'Amore Divino, il frutto della totale e incondizionata donazione del Mio Cuore a Dio. ORA SONO QUI IN MEZZO A VOI, MADRE DI AMORE, DI MISERICORDIA, DI SPERAN­ZA, DI LUCE E DI CARITÀ, MA SOPRAT­TUTTO DI SPERANZA, PERCHE’ MI SAPPIA­TE AVVOCATA VOSTRA, a voi che siete ai Miei piedi e che avete non solo la gioia, ma anche la Grazia di ascoltare la Mia parola.

Parola di rigenerazione in un mondo ormai depres­so e ridotto alla snaturatezza di ogni valore: della sem­plicità, dell'amore, della speranza, della fede e della carità.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

30 GENNAIO 1998

Maria dice: "Cari figli Miei, pregate per i giovani che corrono verso la perdizione ogni giorno di più, affinché essi ritornino, perché adesso non ascoltano più la loro Madre Celeste e Mi fanno tanto piangere.

Io infonderò la pace, l'amore, la consolazione nei cuori, soprattutto nei giovani così afflitti. Voglio vede­re i giovani sorridere al Mio Cuore, vorrei che tutti mi amassero, perché Io sono la Madre della saggezza, della bontà, della Grazia, della misericordia e del per­dono.

MAMME FATE PREGARE I VOSTRI FIGLI IL ROSARIO, ED AVRETE NELLE VOSTRE CASE: GIOIA, CONFORTO, SERENITA’ E CONCORDIA.

Tutte le mattine recitate tre «Ave Maria» dedican­dole al Mio Cuore doloroso ed Io farò tanto per i vostri figli: li proteggerò, li guiderò, li ispirerò, ma voi pre­gatemi con fiducia.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

10 FEBBRAIO 1998

Maria dice: "Cari figli Miei, la Mia voce è come una goccia nel mare. Si prega anche nelle case, ma non tutti hanno la possibilità di udire i Miei messaggi, perché non s'intende ascoltare i Miei richiami.

Responsabili sono coloro che ostacolano. Responsabili sono coloro che fanno i sordi.

Queste cose ditele, non abbiate paura, il male nel mondo non smetterà se non farete udire a tutti la Mia voce.

NON STANCATEVI, DATEVI DA FARE, PRESTO. VOI NON TEMETE, IO SONO E SARO’ SEMPRE CON VOI.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

20 FEBBRAIO 1998:

Maria dice: "Cari figli, sono Maria, Madre vostra e di tutto il mondo. Sono scesa in mezzo a voi vedendo i vostri cuori angosciati e preoccupati. Con gioia, Io ho voluto recitare con voi una parte della Mia pre­ghiera prediletta: il Rosario.

Voi certamente avrete tanto desiderato sentire le Mie parole materne.

MAMME, RECITATE IL SANTO ROSARIO. TROVATE IL MODO DI RECITARLO CON QUELLI DELLA FAMIGLIA: SCEGLIETE L'ORA PIU’ PROPIZIA.

Per diffondere il Rosario regalate coroncine, spe­cialmente alle ragazzine, che domani saranno madri di famiglia e potranno insegnarlo ai loro figli.

CHIEDO ANCORA PREGHIERA E PENI­TENZA, PER OTTENERE CLEMENZA E MISERICORDIA.

Ora vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". 

CENTRO DI SPIRITUALITA’ L'EMANUELE

VIA NAZIONALE, 112

98141 GIAMPILIERI MARINA (MESSINA)

 c.c.p. 12172987

 

Atto di Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria

O Vergine di Fatima, Madre di Misericordia, Regina del Cielo e della terra, rifugio dei pecca­tori, io mi consacro al Tuo Cuore Immacolato. Ti consacro il mio cuore, la mia famiglia, tutte le mie cose.

E affinchè questa consacrazione sia veramente efficace e duratura, rinnovo oggi le promesse del mio Battesimo e della Cresima, impegnandomi a vivere da buon cristiano, fedele a Dio, alla Chiesa, al Papa.

Voglio recitare il Santo Rosario, prendere parte all’Eucarestia, dare importanza al primo Sabato del mese e operare per la conversione dei pecca­tori.

Ti prometto ancora, o Vergine Santissima, di zelare il Tuo culto benedetto, per affrettare con la mia consacrazione al Tuo Cuore Immacolato e mediante la Tua intercessione l'avvento del segno di Gesù nel mondo. Amen.